Papersoft 1984 Numero 20
Screenshot: papersoft_1.png Copertina: copertina_papersoft_1984_20.jpg

Categoria: logo_papersoft.png
Inserito: 04 aprile 2010
Crediti: Uzumaki.Naruto (Scansioni), Roberto (Data Entry)
Download: Papersoft 1984 Numero 20
Dimensione: 8,709 Kb
Scansioni: Scansioni Papersoft 1984 Numero 20
Dimensione: 11,460 Mb

 

Data di Pubblicazione: 9 Novembre 1984

Sommario Apple

  • Salto della morte
  • Esercizi di chimica

Sommario TI-99/4A

  • Count Derby
  • Trasformazione di base dei numeri

Sommario Sinclair Spectrum

  • Cricket
  • Fuochi nella notte
  • Display

Sommario Commodore 64

Sommario Vic 20

  • Le Tre Carte
  • French Tutor

Botti rotolanti (Bonking Barrels)
di B.S. Gordon trad. e adatt. di U. Barzaghi

1984_20_botti_rotolanti

Fate segnare sempre più punti scalando i ripiani, ma fate attenzione alle botti che cadono. Lo scopo di questo gioco è di salire un labirinto di ripiani raggiungendo sani e salvi la cima. Ma qualcuno (che voi non potete vedere) fa rotolare grosse botti nella vostra direzione. Partite dalla base dello schermo con il primo di quattro giocatori. Usate il tasto A per spostarvi verso destra.

Quando vi trovate al di sotto di una apertura nel ripiano, il tasto F3 vi permette di saltare al ripiano successivo. Potete creare, in qualsiasi momento lo desideriate, una apertura premendo il tasto F1, ma in questo modo abbassate il vostro punteggio. Se raggiungete il ripiano superiore, ricominciate alla base dello schermo successivo. Il punteggio viene aggiornato quando raggiungete il ripiano superiore o quando una botte raggiunge il fondo dello schermo.

Dopo le prime due schermate, il numero dei barili viene selezionato casualmente, il che influenza la velocità del gioco. Inoltre, ogni volta che appare una nuova schermata, le aperture tra i ripiani vengono piazzate casualmente. A volte troverete un ripiano privo di apertura, e dovrete, necessariamente, utilizzare fi per aprirvi una strada.


Apicultore (Beekeeper)
di D. Gray trad. e adatt. di U. Barzaghi

1984_20_apicultore

Vi troverete a combattere, nel bel mezzo di un campo di trifoglio, con delle terribili api giganti. Cercate di raggiungere l'alveare evitando le punture mortali.
Dopo aver copiato il programma ed averlo mandato in esecuzione con una istruzione RUN, vi viene presentato il titolo. Quindi, una pagina-video di istruzioni vi informa circa i punteggi ottenibili colpendo i vari bersagli del gioco e vi chiede di indicare uno dei tre livelli di difficoltà.

Ciascun livello fissa la velocitò e la direzione delle api operaie e dei granchi mentre vi inseguono per il campo di trifoglio. Al livello I, le api operaie si limitano a spostamenti verticali e orizzontali, mentre ai livelli 2 e 3 esse si spostano anche diagonalmente. Ai livello 3, dovete essere molto rapidi per evitare pungiglioni e chele.

Una volta selezionato il livello di difficoltà, vi troverete in un campo di trifoglio, a fianco di un gigantesco alveare pieno di fuchi. La prima delle otto navi spaziali che vi vengono concesse si trova proprio sopra l'alveare, al centro dello schermo.
Spostando il joystick verso destra si ottiene una rotazione della nave in senso orario; verso sinistra in senso antiorario. Premendo il pulsante dei joystick si aziona il laser della nave spaziale.

Altri numeri disponibili in questa collana. I numeri sono progressivi, posiziona il cursore su uno di essi per leggerne il titolo. Oppure, torna all'indice delle categorie.
20
Commodore 64
Pannello Utente
11 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Dust Hanter V: Ultimo Atto
"atto finale è un po' deludente soprattutto dopo aver giocato i primi 3 adventure di dust hanter. A mio parere il migliore è la trappola. Atto finale è tutto giocato praticamente in una stanza ed è un po' cervellotico sulle azioni richieste per andare avanti (la storia di prendi il cuscino in camera da letto onestamente l'ho sbirciata dalla soluzione: non ci sarei mai arrivato). Anche la fine del gioco è un po' frettolosa. In sostanza devo dare ragione ai critici del gioco pur comprendendo le esigenze dell'epoca di dover editare nuove avventure a scadenze ravvicinate. Le scadenze dovevano valere anche per le avventure precedenti, la trappola tuttavia è nettamente superiore a atto finale."
- Scritto da Giovanni Casati
Ult. Commento Art.
Alieni, piccioni e palline da golf (parte 2)
"Geniale il metodo per realizzare un vero video con la grafica a caratteri. Ma nessuno aveva pensato a fare qualcosa di simile all'epoca del Commodore? Forse a quei tempi anche per le software house professionali era difficile avere un computer più ..."
- Scritto da Kirie e Leison
RetroCampus