Papersoft 1984 Numero 11
Screenshot: papersoft_1.png Copertina: copertina_papersoft_1984_11.jpg

Categoria: logo_papersoft.png
Inserito: 04 aprile 2010
Crediti: Roberto (Data Entry) Wizkid (Scansioni)
Download: Papersoft 1984 Numero 11
Dimensione: 10,646 Kb
Scansioni: Scansioni Papersoft 1984 Numero 11
Dimensione: 8,540 Mb

 

Data di Pubblicazione: 31 Agosto 1984

Sommario Apple

  • Pallavolo
  • Dattilografia

Sommario TI-99/4A

  • Red Baron
  • Puc-Man

Sommario Sinclair Spectrum

  • Battaglia navale (48K)
  • Ritorno alla base
  • Centipede

Sommario Commodore 64

Sommario Vic 20

  • Campo Minato
  • Il Pescatore

Mosaic Puzzle (Mosaic Puzzle)
di B. Jordan trad. e adatt. di M. Cristuib Grizzi

1984_11_mosaic_puzzle

C'è una tavoletta quadrata con 15 caselline numerate, anch'esse quadrate, libere di scorrere una accanto all'altra, e uno spazio vuoto al posto della sedicesima: bisogna metterle in ordine nel minor tempo possibile. In pratica è l'antenato del Cubo di Rubik. Rispolverate questo rompicapo grazie al vostro C64.

Potete fissare un limite di tempo, se volete; il movimento delle caselline, che sono contrassegnate dalle cifre da 1 a 9 e dalle lettere da a F, si ottiene mediante i tasti E (su), X (giù), F (destra) e A (sinistra). Premete RETURN per sospendere il gioco. Prima di ogni partita potete scegliere se riportare le caselline nella configurazione iniziale, oppure riprendere dalla posizione in cui erano rimaste dopo l'ultima partita giocata.


Campo Minato (Minefield)
di S. Igo trad. e adatt. di F. Sarcina

1984_11_campo_minato

Siete alla guida di un camion con una squadra di artificieri ed il vostro compito è quello di disinnescare tutte le bombe presenti in una serie di campi minati. All'inizio il vostro camion appare al centro del campo, dove le mine sono rappresentate con delle "X" e le bombe con dei cerchietti; il movimento del camion è comandato dal joystick.

Dopo un po' di tempo le bombe, una per volta, appaiono in negativo: ciò significa che sono innescate. Successivamente iniziano a lampeggiare, il che indica che esploderanno da un momento all'altro. Per neutralizzarle dovete passarci sopra, e in tal modo ottenete 10 punti per le bombe normali, 20 per quelle in negativo e 30 per quelle lampeggianti. Ogni volta che una bomba esplode, distrugge ciò che si trova nei dintorni (eventualmente anche voi) e fa scoppiare le bombe che le sconno vicino.

Mentre vi spostate nel campo, evitate ovviamente le mine ma anche i crateri lasciati dalle bombe esplose (asterischi). Quando un campo resta privo di bombe, sia perché sono scoppiate sia perché voi le avete neutralizzate, lo schermo è completato e si passa al successivo, con-un maggior numero di bombe. Alla fine di ogni schermo sarete penalizzati di 10 punti per ogni bomba esplosa.

Altri numeri disponibili in questa collana. I numeri sono progressivi, posiziona il cursore su uno di essi per leggerne il titolo. Oppure, torna all'indice delle categorie.
11
Commodore 64
Pannello Utente
11 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Dust Hanter V: Ultimo Atto
"atto finale è un po' deludente soprattutto dopo aver giocato i primi 3 adventure di dust hanter. A mio parere il migliore è la trappola. Atto finale è tutto giocato praticamente in una stanza ed è un po' cervellotico sulle azioni richieste per andare avanti (la storia di prendi il cuscino in camera da letto onestamente l'ho sbirciata dalla soluzione: non ci sarei mai arrivato). Anche la fine del gioco è un po' frettolosa. In sostanza devo dare ragione ai critici del gioco pur comprendendo le esigenze dell'epoca di dover editare nuove avventure a scadenze ravvicinate. Le scadenze dovevano valere anche per le avventure precedenti, la trappola tuttavia è nettamente superiore a atto finale."
- Scritto da Giovanni Casati
Ult. Commento Art.
Alieni, piccioni e palline da golf (parte 2)
"Geniale il metodo per realizzare un vero video con la grafica a caratteri. Ma nessuno aveva pensato a fare qualcosa di simile all'epoca del Commodore? Forse a quei tempi anche per le software house professionali era difficile avere un computer più ..."
- Scritto da Kirie e Leison
RetroCampus