Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Keystone Kapers gioco italiano!
Editore Musica Saul Cross (saulc12)
Copyright Activision Titlescreen Steven Day (STE'86)
Serie - Genere Arcade, Multi-Schermo
Anno 2019 Recensione -
Sviluppatore - Download Gioco (70 click)
Codice Antonio Savona informazioni Extras -
Grafica Steven Day (STE'86) Link Esterni
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
8 (1 voto )
Commenti
Commenta gioco C'è 1 commento per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
8
Keystone Kapers è una delle tre conversioni di giochi Activision per Atari 2600 (gli altri due sono Frostbite e Chopper Command) programmate dal bravo Antonio Savona. In questo platform a schermate fisse bisogna guidare il prode difensore della legge Keystone Kelly in un centro commerciale, evitando ostacoli come carrelli della spesa e aeroplanini, nel tentativo di acciuffare quel furfante di Harry Hooligan prima che questi riesca a fuggire o che scada il tempo. Come per gli altri due giochi citati in precedenza anche qui è stato fatto un lavoro eccellente per "aggiornare" il gioco dal punto di vista grafico, lasciando inalterato il gameplay. Carina anche la musichetta di sottofondo. Ah, secondo il manuale del gioco se doveste raggiungere 35000 punti non dimenticatevi di spedire una foto agli uffici dell'Activision, i quali spediranno a casa l'ambita toppa del "Billy Club"... dite che siamo ancora in tempo per mandare foto?
Profilo di AggRoger sul Forum - postato da AggRoger (414) - 16-03-2020 [12:08]
Commodore 64
Pannello Utente
16 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ready64 Store
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Atic Atac
"Finalmente i fan del Commodore 64, trentasette anni dopo la pubblicazione su Spectrum di questo classico della Ultimate dei fratelli Stamper, hanno l'opportunità di poterlo provare sul loro home computer preferito. Si nota subito l'enorme cura ..."
leggi »
- AggRoger
Ult. Commento Art.
Intervista a Luca Stradiotto
"Grazie per questa interessante intervista, che ci riporta un po' tutti a tempi più sereni e più ingenui. Impressionante la mole di lavoro che c'era a carico di pochi "artigiani del software" per produrre un singolo gioco: veri pionieri! ..."
- Scritto da orion70
RetroCampus