Commodore Computer Club 48
Screenshot: nopic.png Copertina: copertina_commodore_computer_club_48.jpg

Categoria: logo_ccc.png
Inserito: 18 febbraio 2018 | Ultima modifica: 18 September 2020
Crediti: Pyrat (Scansioni)
Download: Non disponibile.
Scansioni: Scansioni Commodore Computer Club 48
Dimensione: 26,102 Mb

 

Sommario della Rivista:

Who's that computer ................................ 4
Amiga: istruzioni per l'uso ....................... 18
Far soldi col computer ............................ 20
Un folletto policromo ............................. 27
Un buon motivo per usare il C/128 ................. 30
Grafic-amigamente parlando ........................ 34
Chi non ha mai copiato scagli il primo dischetto .. 43
Sotto un'ala protettrice .......................... 46
La riproduzione "illegale" dei dischi ............. 48
Una bomba contro il software ...................... 51
Il momento della verità ........................... 53
La protezione secondo Commodore Computer Club ..... 58
Un gustoso cocktail per C/16 e Plus/4 ............. 61
L'imbarazzo della scelta .......................... 65
Alla ricerca di stringhe e programmi .............. 69
Informiamoci sulle informazioni ................... 73
È meglio avere 80 colonne belle che 40 brutte... .. 76
Simulando si impara ............................... 85

Altri numeri disponibili in questa collana. I numeri sono progressivi, posiziona il cursore su uno di essi per leggerne il titolo. Oppure, torna all'indice delle categorie.
48
Commodore 64
Pannello Utente
46 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ready64 Store
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Atic Atac
"Finalmente i fan del Commodore 64, trentasette anni dopo la pubblicazione su Spectrum di questo classico della Ultimate dei fratelli Stamper, hanno l'opportunità di poterlo provare sul loro home computer preferito. Si nota subito l'enorme cura ..."
leggi »
- AggRoger
Ult. Commento Art.
Intervista a Luca Stradiotto
"Grazie per questa interessante intervista, che ci riporta un po' tutti a tempi più sereni e più ingenui. Impressionante la mole di lavoro che c'era a carico di pochi "artigiani del software" per produrre un singolo gioco: veri pionieri! ..."
- Scritto da orion70
RetroCampus