Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Dynamite Dan
Editore Mirrorsoft Musica -
Copyright - Titlescreen -
Serie - Genere Multi-Schermo, Platform
Anno 1985 Recensione -
Sviluppatore - Download -
Codice - Extras -
Grafica - Link Esterni lemon64 gamebase64
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
6 (3 voti )
Commenti
Commenta gioco Ci sono 2 commenti per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
7
L'agente segreto Dynamite Dan, atterrato con un dirigibile sul tetto del palazzo del Dr. Blitzen, deve raggiungere una camera blindata e farne saltare la porta d'accesso con la dinamite, per rubare i documenti segreti ivi custoditi. Per questo occorre prima collezionare gli otto candelotti di dinamite disseminati in maniera casuale all'interno del palazzo, necessari per la suddetta deflagrazione. Una mappa vasta e colorata per questo platform, pieno di oggetti e creature variegate. Ogni quadro (in tutto ce ne sono cinquantaquattro) è curato fin nei minimi particolari, ogni stanza è caratteristica con un proprio fascino. All'interno del palazzo ci sono teletrasporti, tappeti elastici, laser, un ascensore e perfino una zattera con cui muoversi in un canale posto nel livello più basso. Purtroppo, come dice Samoht, il gioco è dannatamente difficile....muoversi con Dan equivale a camminare su un campo minato, ad ogni movimento si va incontro a frequenti collisioni e conseguenti depauperazioni di vite che, nonostante ad inizio partita siano dieci, sono sempre troppo poche. Peccato, con una difficoltà più calibrata Dynamite Dan sarebbe stato un gran bel gioco!
Profilo di Xandra sul Forum - postato da Xandra (52) - 14-03-2019 [21:17]
6
Ah! E qui vi voglio! Ecco un altro titolo che mi faceva inc@$$are come una biscia! attraente, multicolore, con un sacco di schemi da visitare e cose da prendere, una marea di affarini simpatici che si muovevano per lo schermo e di effetti sonori e gingle curiosi... ma troppo, troppo, troppo (fermatemi quando volete), troppo difficile. Il salto a lunghezza predefinita (non era possibile arrestare la corsa una volta spiccato il salto) rendeva il giocatore incontrollabile, ed era pressochè impossibile cercare di atterrare nel punto desiderato o evitare il nemico di turno. La famigerata collisione "al pixel", che tanto andava di moda in molti giochi dell'epoca, completava l'assurda difficoltà del gioco.
Profilo di Samoht sul Forum - postato da Samoht (71) - 14-04-2010 [06:54]
Commodore 64
Pannello Utente
15 Visitatori, 1 Utente
eregil
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ready64 Store
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Mystery of Munroe Manor
"Non lasciatevi influenzare dalla grafica petscii, quest'avventura in realtà nasconde sorprese interessanti..."
leggi »
- Raffox
Ult. Commento Art.
RetroCampus