Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Sizzler
Editore Psytronik Software / RGCD Musica Saul Cross (saulc12)
Copyright - Titlescreen Trevor Storey (Smila)
Serie - Genere Multi-Schermo, Platform
Anno 2018 Recensione -
Sviluppatore ICON64 Download -
Codice Stuart Collier Extras -
Grafica Trevor Storey (Smila) Link Esterni gamebase64
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
8 (1 voto )
Commenti
Commenta gioco C'è 1 commento per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
8
Sizzler mi piace! C'è grafica mediamente bella e colorata. Ci sono belle melodie. C' anche giocabilità. Ma quel che più mi piace di questo game, commercializzato da Psytronik in versione disk e tape (LINK) e RGC in versione cartridge, è l'originalità del concept. Nei panni di un robot tripode, dobbiamo andare in giro a esplorare numerosi ambienti, evitando ostacoli e trappole, per recuperare il maggior numero di elementi necessari a creare un buon videogame: codice, grafica, musica e idee. Tutti questi elementi dovranno poi essere portati ai rispettivi sviluppatori: la musica a Saul, il codice a Stu, la grafica a Trev. Kenz si occupa della duplicazione del software e il prodotto finito dovrà essere presentato alla redazione di Zzap, sperando di riuscire a ottenere il premio di "Gioco Caldo" (Sizzler... appunto). Non male affatto, come idea di gioco!
Profilo di Raffox sul Forum - postato da Raffox (164) - 15-12-2018 [18:58]
Commodore 64
Pannello Utente
21 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ready64 Store
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Harvey Smith Showjumper
"Se non avete apprezzato il modo poco realistico in cui il cavallo si muove di lato in questo gioco del 1985, pensate che nel 1996 usciva per MS-DOS l'antesignano del blasonato Skyrim, "The Elder Scrolls II: Daggerfall", in cui il cavallo aveva ..."
leggi »
- eregil
Ult. Commento Art.
Intervista a Luca Stradiotto
"Grazie per questa interessante intervista, che ci riporta un po' tutti a tempi più sereni e più ingenui. Impressionante la mole di lavoro che c'era a carico di pochi "artigiani del software" per produrre un singolo gioco: veri pionieri! ..."
- Scritto da orion70
RetroCampus