Lost People

Per ricostruire un periodo storico, il primo passo da fare è quello di coinvolgere coloro che in prima persona ne hanno fatto parte.

Quella che segue è una lista di programmatori e autori che ci piacerebbe contattare per ampliare la nostra sezione interviste.
Chiunque possa aiutarci nella nostra ricerca è invitato a contattarci per fornire informazioni.

  • Pietro Pino (programmatore Systems E., Simulmondo)
  • Luca Severi (programmatore Conan - Papersoft)
  • Paolo Galimberti (programmatore Lupo Alberto, Moonshadow)
  • Danilo Toma (programmatore Systems E.)
  • Simone Concina e Alessandro Prandi (avventure Dream, Next Strategy, Adventure 64)
  • Fabio Magini e Stefania Stragiotti (I Jacksoniani)
  • Sandro Certi e Franco Toldi (avventure Systems Editoriale)
  • Sante Biondi e Ute Schreyer (traduzione Tomba Azteca in italiano)
  • Werther Mambelli (Direttore Commodore Italia - 1989)
  • Sergio Simonelli (Direttore Commodore Italia - 1988)

Personaggi Scomparsi

  • Michele Maggi (redattore CCC - Systems Editoriale)
  • Marco Miotti (redattore CCC - Systems Editoriale)
  • Marcello Giombini (Programmatore, musicista di videogiochi)
  • Hans Piu (Grafico Arscom)

Iscritti a Ready64:

  • Roberto Negro (Calcio Replay)
  • Roberto Morassi (redattore CCC)
  • Antonio Pastorelli (redattore CCC)
  • Carlo Santagostino (cepsanta)
  • Luciano Merighi (Merifon)
  • Silvio Frattini (Silfrat)
  • Nemo Galletti (Neimon) (Programmatore, collaboratore CCC - Systems Editoriale)
  • Marco Corazza (Programmatore videogiochi)
  • Carlo Landolfo (Programmatore videogiochi)
  • Ivan Venturi (Programmatore Simulmondo)
Deceduti:

  • Marco Miotti
  • Michele Maggi
  • Hans Piu
  • Marcello Giombini
Commodore 64
Pannello Utente
16 Visitatori, 2 Utenti
Andy/AEG, Giovanni Casati
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
International Soccer
"Contestualizzare è un esercizio fondamentale quando si vuole valutare il retrogaming, soprattutto in casi come questo, viste le specifiche considerazioni che occorre fare. International Soccer fa sorridere e commuovere tutti i vecchi Commodoristi, è un tipo di gioco che per sua natura può solo invecchiare male a differenza di altri, quindi si finisce per dimenticarne la valenza rapportata al periodo in cui usciva. Fino al 1983, anno di pubblicazione di IS, il videocalcio casalingo più apprezzato era il soccer della Intellivision, gioco che al cospetto del nostro appariva a dir poco tribale. La Commodore di fatto ha prodotto quello che è stato il miglior calcio a 8 bit per diversi anni, non solo sul C64. A memoria mia le prime alternative valide si affacciarono almeno 4 anni dopo, e fu superato nettamente solo nel 1988 dai pluriacclamati EHIS e MPS. Ma erano passati CINQUE anni! Pazienza se segnare era facile una volta capite le traiettorie giuste, le sfide col computer livello 9 e con gli altri giocatori restavano divertenti, e chissenefrega se oggi non ha senso giocarlo: mi basta caricarlo solo per ascoltare di nuovo quel rimbalzo, tanto simile ad una palla sgonfia che rotola dalle scale. Immortale, nonostante tutto."
- Scritto da marus
Ult. Commento Art.
Alieni, piccioni e palline da golf (parte 2)
"Geniale il metodo per realizzare un vero video con la grafica a caratteri. Ma nessuno aveva pensato a fare qualcosa di simile all'epoca del Commodore? Forse a quei tempi anche per le software house professionali era difficile avere un computer più ..."
- Scritto da Kirie e Leison
RetroCampus