!!! CAMBIO DI DOMINIO !!!

Fate girare la voce! Ready64.Org è il nuovo indirizzo ufficiale del vostro sito per Commodore 64 preferito! Il vecchio URL resterà attivo fino a Marzo del 2018.

Basic e il Commodore 64 in pratica, Il
copertina
Titolo Originale Hands-On BASIC for the Commodore 64
Editore McGraw-Hill
Autore/i H. Peckham, W. Ellis Jr., E. Lodi
Data Pubbl. 1984
Pagine 307
Formato 24 cm.
Inserito il 04 dicembre 2008
Crediti Kick Off (Scansioni)
Scansioni Scarica
Dimensione: 25598Kb.
Software Non disponibile.

Descrizione & Note


Quarta di copertina:

Il successo che i libri di Herbert Peckham hanno incontrato in tutto il mondo è dovuto al metodo pratico con cui affrontano l'argomento della programmazione in BASIC.
Questo in particolare è dedicato al C-64, uno dei più diffusi home computer.
Il metodo pratico di Peckham, l'Hands-on-BASIC, accompagna gradualmente l'utente, al quale non è richiesta alcuna conoscenza matematica o informatica di base, dai primi approcci alla tastiera fino alla completa padronanza del computer e della programmazione.
Ogni capitolo, dedicato ad uno o più argomenti, è così suddiviso:
- una fase di "scoperta" nella quale il lettore è invitato a provare alcune istruzioni e a capirne l'effetto;
- una fase teorica di consolidamento dove i concetti vengono dettagliatamente spiegati;
- una serie di esercizi di revisione ai quali il lettore deve rispondere e attraverso i quali può valutare il proprio grado di apprendimento e decidere se passare al successivo capitolo o ritornare ad approfondire quanto gli è stato appena spiegato.
Queste caratteristiche fanno sì che Il BASIC e il COMMODORE 64 in pratica costituisca un formidabile strumento didattico adatto sia per un uso individuale che come testo nei corsi di informatica di base.
Durante la trattazione sono esaminati in dettaglio numerosi programmi completi immediatamente utilizzabili. 

Commodore 64
Utenti Online
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)

Cerca un gioco
Random Game
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Phobia
"Troppe volte sulla bocca degli appassionati C64, parlando di shoot'em-up orizzontali, si sentono i soliti nomi Katakis e Armalyte, mentre titoli altrettanto meritevoli come questo PHOBIA, non sono giustamente ricordati. Basta guardare lo stesso numero di commenti presenti nei due titoli sopracitati e quanti ne possiede PHOBIA... Resta il fatto che ci si trova dinanzi uno dei più controversi e meglio riusciti esponenti del genere sparatutto, tecnicamente eccellente e giocabile fino all'osso. Difficile ma non ingiusto, riesce a catturare l'attenzione del videogiocatore attraverso un crescendo di situazione e potenza distruttiva che donano non poca soddisfazione. Tra confusione e leggende metropolitane delle diverse versioni floppy e tape, personalmente l'ho finito senza capire bene se si dovesse o no esplorare tutta la mappa, fatto sta che non facendolo, l'ultimo quadro, l'inferno, risulta diverso da come l'ho visto in un longplay su Youtube. Phobia va vissuto e snocciolato colpo su colpo, ennesima perla del nostro amato 8bit! - Peccato per il finale - "
- Scritto da Amy-Mor
Ult. Commento Art.
Alieni, piccioni e palline da golf (parte 1)
"Ho letto con interesse. Solo una perplessita': si parla di numeri in "virgola mobile" memorizzati su 4 byte e relative operazioni in "virgola mobile". Da quanto mi sembra di capire pero' i 2 byte superiori tengono sempre la parte intera e i 2 ..."
- Scritto da SevenLegion
Ospitato su