Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Crazy Car gioco italiano!
Editore Systems Editoriale Musica -
Copyright - Titlescreen -
Serie Commodore Utilities, 2 Genere SEUCK, Sparatutto
Anno 19?? Recensione -
Sviluppatore - Download Gioco (451 click)
Codice Andrea Perotti, Carlo Santagostino Extras -
Grafica Carlo Santagostino Link Esterni gamebase64
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
6 (7 voti )
Commenti
Commenta gioco Ci sono 2 commenti per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
7
nel complesso è un gioco abbastanza divertente. ci ho giocato per caso quando ero piccolo perchè mio fratello lasciò il dischetto sulla scrivania e la curiosità mi spinse a provarlo :D
Profilo di jacks sul Forum - postato da jacks (7) - 14-10-2007 [02:43]
6
Dopo un inizio alla "Spy Hunter", Crazy Car finisce per rivelarsi una divertita citazione di una serie di classici del videogioco quali Pacman, Frogger e Phoenix (vedi Screenshot). Il gioco e' stato interamente realizzato da Carlo Santagostino con il Commodore 64 prestatogli dall'amico Andrea Perotti, nella schermata principale viene accreditato come co-autore. In definitiva Crazy Car e' un interessante tentativo di ribaltare gli schemi classici del Seuck realizzando qualcosa di diverso.
Profilo di Roberto sul Forum - postato da Roberto (155) - 15-04-2007 [01:43]
Commodore 64
Pannello Utente
19 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ready64 Store
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
International Karate
"Gioco fatto benissimo e di difficoltà progressiva rispettabile. Da ex karateka confermo che dopo la cintura gialla le difficoltà aumentavano notevolmente e non solo in combattimento. L'unica pecca è la cintura viola ( inesistente nel karate) ..."
leggi »
- warrior77300
Ult. Commento Art.
Le Collane Avventurose in Italia - Parte II: La Catalogazione
"Ciao a tutti, gli inserti della guida per giocare e scrivere avventure, apparsi sui primi sei numeri di Explorer, erano stati riuniti in un pdf nel 2004 sul sito del Progetto Lazzaro, da tempo offline. Mancava il quarto, che fu poi recuperato ..."
- Scritto da Gyrev
RetroCampus