Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Phobia
Editore Imageworks Musica Antony Crowther
Copyright - Titlescreen Antony Crowther
Serie - Genere Orizzontale, Sparatutto
Anno 1989 Recensione -
Sviluppatore - Download -
Codice Antony Crowther Extras -
Grafica - Link Esterni lemon64 gamebase64
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
7.6 (10 voti )
Commenti
Commenta gioco Ci sono 9 commenti per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
10
Per Janluka: Probabilmente non hai ancora liberato il primo pianeta. I pianeti si liberano sparando un certo numero di "interruttori" (nel primo livello sono a forma di occhio celeste - puoi vederli in un'immagine presente su questo sito); sparare questi particolari oggetti serve ad aprire il passaggio che permette di incontrare e affrontare il mostro. Dopo aver ucciso il mostro bisogna attraversare una sezione piena di cunicoli, alla fine della quale appare un uovo gigante: distruggendo l'uovo si può raccogliere un pezzo di scudo, dopodiché parte la sequenza di distruzione del pianeta. Non ricordo se poi, sulla mappa, il pianeta in questione appare "barrato": comunque, dovrebbe essere possibile muoversi verso uno dei pianeti adiacenti.
Profilo di rainstorm sul Forum - postato da rainstorm (217) - 28-09-2018 [19:43]
7
..caricata la cassetta originale proprio ieri, anche io ho riscontrato lo stesso problema: non carica il secondo mondo, sia se si sceglie quello "in alto" o quello "in basso", con il medesimo alert: Non risulta possibile andare a combattere su pianeti abitati. E ricomincia, ricomincia, senza nessuna evoluzione. Non ricordo come si superava questo problema. Qualche, intanto, suggerimento?
Profilo di janluka sul Forum - postato da janluka (6) - 27-09-2018 [11:25]
10
Bisognerebbe trovare un dump da disco originale: a volte i crack venivano fatti dalla versione nastro, e potrebbe essere il caso della versione che hai provato. Se dai una lettura ai docs acclusi alla versione GameBase viene spiegato tutto nel dettaglio (pare che tutte le versioni disco originali avessero dei bug)...
Profilo di rainstorm sul Forum - postato da rainstorm (217) - 29-01-2018 [16:46]
7
rainstorm: Ho giocato FHOBIA nella versione d.64 prelevata dall'archivio Manosoft, presumo sia la versione diretta di quella floppy. In questa versione la direzione dei pianeti non è pre-definita, si può scegliere se affrontare tutta la mappa o, diversamente, dirigersi verso il finale affrontando almeno i 9-livelli utili al completamento del gioco. Personalmente mi sono fiondato sui 9livelli arrivando al finale con un quadro che non era l'inferno, bensi' uno scenario totalmente al buio dove per vedere da che parte dirigersi bisogna centrare delle lampadine che permettono una luce momentanea parziale, UN VERO ORRORE FRUSTRANTE DA AFFRONTARE!
Profilo di Amy-Mor sul Forum - postato da Amy-Mor (10) - 27-01-2018 [13:27]
10
Rispondo al commento di Amy-Mor: ricordo di aver fatto (successivamente al mio commento precedente) lunghe ricerche sulla differenza tra versione disco e versione nastro, e alla fine la differenza effettivamente c'era (purtroppo non ricordo dove l'ho letto, e ora non ho tempo di cercare). Personalmente, ai tempi ho giocato ad una versione sicuramente "pirata", di cui ignoro la provenienza, essendomi stata fornita su un nastro già duplicato. In quella versione, se ci si dirigeva al Sole prima di aver liberato tutti i pianeti, si rimaneva semplicemente "bloccati" dopo aver superato il livello. I livelli, infatti, venivano caricati in sequenza, e quello finale era appunto l'ultimo della sequenza. Il gioco era strutturato in modo che ci si potesse muovere soltanto lungo un unico segmento, per cui se si volevano vedere tutti i livelli bisognava dirigersi verso i singoli pianeti in un ordine predeterminato. Il mostro finale era un diavolo; se quello che hai affrontato era diverso è probabile che tu avessi la versione nastro, e che dopo aver superato il livello sia appunto rimasto bloccato (potrei sbagliarmi, ma dopo la sequenza finale il gioco finiva (LINK)).
Profilo di rainstorm sul Forum - postato da rainstorm (217) - 22-01-2018 [12:25]
7
Troppe volte sulla bocca degli appassionati C64, parlando di shoot'em-up orizzontali, si sentono i soliti nomi Katakis e Armalyte, mentre titoli altrettanto meritevoli come questo PHOBIA, non sono giustamente ricordati. Basta guardare lo stesso numero di commenti presenti nei due titoli sopracitati e quanti ne possiede PHOBIA... Resta il fatto che ci si trova dinanzi uno dei più controversi e meglio riusciti esponenti del genere sparatutto, tecnicamente eccellente e giocabile fino all'osso. Difficile ma non ingiusto, riesce a catturare l'attenzione del videogiocatore attraverso un crescendo di situazione e potenza distruttiva che donano non poca soddisfazione. Tra confusione e leggende metropolitane delle diverse versioni floppy e tape, personalmente l'ho finito senza capire bene se si dovesse o no esplorare tutta la mappa, fatto sta che non facendolo, l'ultimo quadro, l'inferno, risulta diverso da come l'ho visto in un longplay su Youtube. Phobia va vissuto e snocciolato colpo su colpo, ennesima perla del nostro amato 8bit! - Peccato per il finale -
Profilo di Amy-Mor sul Forum - postato da Amy-Mor (10) - 21-01-2018 [15:37]
10
Se non sbaglio la differenza tra la versione su disco e quella su nastro è che per completare quest'ultima bisogna necessariamente affrontare tutti i livelli, per cui sbagliare strada vuol dire rimanere bloccati e compromettere la partita (non so se questo particolare venga menzionato nelle istruzioni). Se qualcuno ha informazioni sulla versione su disco è il benvenuto...
Profilo di rainstorm sul Forum - postato da rainstorm (217) - 29-10-2008 [03:12]
N/D
Beh, su Gamebase c'è il tape integrale. Comunque concordo sul giudizio positivo; per di più Phobia è Phobia, e Anthony Crowther è Anthony Crowther...
Profilo di pippo79 sul Forum - postato da pippo79 (18) - 28-10-2008 [18:48]
8
Questo shooter si caratterizza –e molto- per la propria suggestiva ambientazione in ignoti ambienti della natura che evocano ripudio –si pensi a ragni e insetti..- E’ insolitamente ben realizzato e immersivo, in questo senso. Tenace ma assolutamente giocabile mano a mano che si progredisce di armamento –benchè sulle prime risulti impegnativo-, ha un appeal da coin-op, è giocabile in modalità doppia, offre inoltre la possibilità di frantumare parzialmente fondali e detriti organici: un po’ alla Katakis. Buoni gli effetti, ottime le animazioni. Grande merito comunque il non rimandarsi a nulla in particolare: Phobia è Phobia. [N.B.- Peccato che in rete sembra che circoli solo una versione (demo ?) che non fa oltrepassare il primo livello. Ogni dritta è apprezzata. Per il mio giudizio complessivo ho usato la memoria dei tempi che furono..]
Profilo di riviero sul Forum - postato da riviero (414) - 27-10-2008 [11:33]
Commodore 64
Pannello Utente
15 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ready64 Store
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Space Moguls
"Per celebrare i 35 anni di M.U.L.E., pietra miliare nell'ambito dei videogame strategici, Carl-Henrik Skårstedt ha inventato Space Moguls. La particolarità di questo videogame è la capacità di supportare fino a 4 giocatori ..."
leggi »
- Raffox
Ult. Commento Art.
RetroCampus