Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Thomas Bradly a Chinatown gioco italiano!
Editore Systems Editoriale Musica -
Copyright - Titlescreen -
Serie I Gialli Commodore, 1 Genere Avventura Testuale
Anno 1987 Recensione -
Sviluppatore - Download Gioco (418 click)
Codice Franco Toldi, Sandro Certi Extras -
Grafica - Link Esterni Gb64
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
N/A
Commenti
Commenta gioco C'è 1 commento per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
N/D
Avventura pubblicata sul numero 1 della collana "I Gialli Commodore" uscito a Natale del 1986. La collana comprendeva oltre al presente videogame, anche "Delitto sul Nilo". Da notare che "Thomas Bradly a Chinatown" si suddivide a sua volta in tre sotto-avventure: "Mama Wong", "Morte nell'ascensore" e "Delitto a Villa Tsui".
Profilo di Roberto sul Forum - postato da Roberto (140) - 19-07-2007 [03:15]
Commodore 64
Pannello Utente
14 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Commando
"Per questa conversione valgono le stesse considerazioni fatte per G'n'G e quasi tutte quelle targate Elite: buon lavoro quando va bene ma quasi sempre si sarebbe potuto fare di più. Premesso ciò, devo dire che ho anche rivalutato questa versione di Commando rigiocandola di recente. E' vero, la grafica è abbastanza minimale e ogni tanto sfarfalla, ma pochi giochi erano così veloci e frenetici senza palesare difetti (succede pure sul NES dove la conversione tra l’altro è decisamente peggiore). Buona giocabilità e musica eccezionale, quest’ultima un capolavoro di Hubbard che neanche l'originale da sala può vantare. Nonostante le solite castrazioni di livelli targate Elite, non sono mai riuscito a finirlo ma probabilmente più per imperizia che per estrema difficoltà del gioco."
- Scritto da marus
Ult. Commento Art.
Alieni, piccioni e palline da golf (parte 2)
"Geniale il metodo per realizzare un vero video con la grafica a caratteri. Ma nessuno aveva pensato a fare qualcosa di simile all'epoca del Commodore? Forse a quei tempi anche per le software house professionali era difficile avere un computer più ..."
- Scritto da Kirie e Leison
RetroCampus