Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Suicide Express
Editore Gremlin Graphics Musica -
Copyright - Titlescreen -
Serie - Genere Arcade, Miscellanea
Anno 1985 Recensione -
Sviluppatore - Download -
Codice Antony Crowther Extras -
Grafica Antony Crowther Link Esterni lemon64 gamebase64
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
6 (5 voti )
Commenti
Commenta gioco Ci sono 5 commenti per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
6
Scusate un'aggiunta: ho fatto personalmente un remix della musica di Suicide Express (basandomi sul gioco, all'epoca non sapevo che esistesse un brano originale), che si può trovare qui: LINK
Profilo di robybar sul Forum - postato da robybar (10) - 16-11-2018 [16:16]
6
Suicide Express ci fa correre su una locomotiva, questa volta dall'aspetto futuristico e attraverso una landa aliena, in una pericolosa corsa verso.... i 100.000 punti! Il gioco infatti si conclude raggiunto questo punteggio oppure... terminando le poche vite a disposizione, cosa che normalmente accade dopo pochi secondi di gioco! Infatti la difficoltà è a mio parere davvero proibitiva soprattutto per come è impostato il gioco.La parte inferiore dello schermo ci fa vedere dall'alto il percorso delle rotaie, ricco di scambi e vie alternative, e il giocatore può liberamente variare la sua via e anche la velocità con cui percorrerla. Lungo il percorso si possono raccogliere dei proiettili indicati come puntini sulle rotaie, che possono essere sparati davanti a noi per distruggere altri convogli che ci vengono incontro. Se il gioco fosse tutto qui non sarebbe nemmeno difficilissimo, basterebbe scegliere percorsi ricchi di proiettili e evitare di sbattere contro i treni che viaggiano in senso opposto. In realtà ci sono diversi "disturbatori" che ci bombarderanno o tenteranno di schiacciarci dall'alto. Questi due nemici devono essere tenuti d'occhio nella parte superiore dello schermo. Praticamente bisogna avere minimo tre occhi per fare tutte queste cose insieme! Quindi a meno che io non abbia capito come si gioca, riuscire a fare anche solo una manciata di livelli è un'impresa non da poco.Se graficamente il gioco è abbastanza povero e ripetitivo non si può dire altrettanto del sonoro. Presenta una musica stupenda (remix di Hotta), corredata da effetti discreti e, udite udite, dal parlato! Il gioco pronuncia diverse frasi e legge il punteggio una volta raggiunto il game over. Davvero fantastico per l'epoca! In definitiva il gioco è poco divertente e troppo frustrante per meritare il nostro tempo. Resta quindi interessante solo per l'aspetto sonoro. elderbarabba.blogspot.com
Profilo di robybar sul Forum - postato da robybar (10) - 09-11-2018 [11:28]
5
Quest'opera di Crowther e' riconoscibile dal tocco personale dell'autore,ovvero la scelta cromatica a dir poco discutibile.Come gia detto negli altri commenti,Suicide Express e' in sostanza una versione "potenziata" di Loco,altra creatura di Crowther,con variazioni di gameplay pressoche' minime.Purtroppo rispetto al prequel Suicide Express rappresenta un passo indietro a causa dell'azione di gioco estremamente confusa,che a volte rende difficile capire cosa stia succedendo sullo schermo.Buono il comparto sonoro,costituito da voci digitalizzate e da una tetra e appropriata melodia di sottofondo.
Profilo di AggRoger sul Forum - postato da AggRoger (402) - 10-02-2010 [04:11]
6
Come non trovare similutidini fra Suicide Express, Loco e Black Thunder? Antony Crowther, a distanza di meno di due anni, pubblica (sotto etichette diverse, Alligata, Gremlin e Quicksilva) ben tre giochi sostanzialmente identici. Mi sono sempre chiesto il senso di Suicide Express (uscito dopo Loco): il gameplay e' proprio lo stesso, le azioni da eseguire pure, la difficolta' anche (forse Loco leggermente piu' facile). Spostandoci sul lato prettamente tecnico, anche dal lato grafico siamo sul solito livello, mentre le musiche di Loco, opera di Daglish, appaiono piu' godibili. Persino la particolare "esplosione" del mezzo e' sostanzialmente simile. L'unica cosa che cambia e' l'ambientazione, sicuramente piu' futuribile di quella presente in Loco. Intendiamoci, non che il gioco in se sia brutto, ma la sensazione di gia' visto e gia' provato e' molto forte. Dopo pochi mesi appare l'identico Black Thunder! Bah.. In ogni caso S.E. e' valido e si lascia giocare.
Profilo di Andy/AEG sul Forum - postato da Andy/AEG (30) - 20-01-2009 [01:07]
N/D
non male come gioco anche se alla fine un po ripetitivo.oltretutto in questo gioco c'era la voce digitalizzata(non so se si dice così) quando all'inizio del gioco dice : "welcome to suicide express". un bel passo avanti per l'epoca (1985)
Profilo di jacks sul Forum - postato da jacks (7) - 07-07-2007 [00:56]
Commodore 64
Pannello Utente
21 Visitatori, 1 Utente
Roberto
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ready64 Store
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Rocky Memphis: The Legend of Atlantis
"Per chi l'ha visto e per chi non c'era: LINK"
leggi »
- Roberto
Ult. Commento Art.
RetroCampus