Autore Topic: E' Nata Re.bit  (Letto 6902 volte)

Roberto

  • Administrator
  • Utente
  • *****
  • Post: 2411
    • https://ready64.org
  • Gioco Preferito: Impossible Mission
E' Nata Re.bit
« Risposta #15 il: 22 Aprile 2010, 18:06:53 »
 Le critiche negative ci possono stare, gli esordi sono tradizionalmente sempre molto difficili. Le stroncature incondizionate invece sono più indigeste, ma non bisogna scoraggiarsi.
La passione c'è, e se verrà accompagnata dalla costanza col tempo la rivista non potrà che migliorare.

Certo che dovendo usare un aggettivo tra i tanti per descrivere il Commodore 64, scegliere proprio "fortunato" non è che sia il massimo eh! :lol:
Anche perchè poi certe prese di posizione poi vanno a svantaggio di chi le fa. Devo ammettere che la dicitura nell'indice mi era sfuggita ma mi pare che nell'articolo la definizione non sia circostanziata...

Per quanto riguarda la grafica, secondo me traspare una certa competenza e conoscenza degli strumenti tecnici di produzione, che magari andrebbe supportata da un pizzico in più di senso estetico. Non aver paura di ispirarti all'impaginazione di altre riviste in pdf, ce ne sono diverse in rete (anche generiche e non per forza in lingua italiana, da sfogliare per studiarsi come lavorano gli altri). Oppure basta guardarsi le vecchie riviste scansionate.

Non è detto che aggiungere molta roba migliori il risultato finale, anzi, il troppo stroppia, come si dice.
Inoltre bisogna tenere presente che a) 50 mega sono decisamente troppi e b) volendosela stampare occorre fare un mutuo con quello che costano le cartucce.
Secondo me 16 pagine invece di 32 renderebbero l'insieme più agile e snello, gioverebbero ai contenuti e garantirebbero un margine migliore per mantenere la periodicità. Visto che si è scelto di fare una rivista invece di un sito, questo aspetto a mio avviso è molto importante.

L'articolo sul C64 mi è parso coerente e tutto sommato omni-comprensivo.
Il target del pezzo è l'utente meno esperto (Andy sicuramente intendeva questo e non ha tutti i torti), perchè chi vive di pane e commodore non vi troverà nulla di nuovo. Non è un difetto, è solo il taglio dell'articolo. Essendo un numero "1", lo scotto da pagare è proprio quello di dover scrivere la presentazione di una macchina che per forza di cose è ormai stra-conosciuta. Anche a me è capitato di trovarmi in una situazione simile allorchè dovetti scrivere un articolo simile per Gamers (e qua chi si deve vergognare si vergogni) e avevo notato questa cosa sulla mia pelle, anche se solo qualche anno fa l'argomento era ancora leggermente più nuovo. Poi venne Retro Gamer e anche lì ci fu un articolo sul C64, tradotto dall'inglese, tanto per dire.
Magari nel prossimo numero stupiscici con un'idea geniale, che sò... uno Speciale sui giochi che cominciano per "Q"! :fagiano:

Spero di aver espresso il mio umile pensiero in maniera costruttiva.
Essendo una iniziativa appena nata merita sicuramente un incoraggiamento. In bocca al lupo!
Per collaborare, segnalare un errore (o qualsiasi altra comunicazione importante) utilizzare la pagina dei contatti:
https://ready64.org/informazioni/contatti.php

Wizkid

  • Data Entry
  • Utente
  • ***
  • Post: 259
  • Gioco Preferito: Druid, Wizball, Last Ninja, Draconus
E' Nata Re.bit
« Risposta #16 il: 22 Aprile 2010, 18:33:04 »
 Guarda Naruto che non si tratta di gusti personali, la mia è una semplice disamina basata sull'esperienza maturata sul campo. Ho scritto di retrogaming  per anni sia su alcuni siti che su una rivista cartacea e ti posso garantire che quello non è assolutamente il modo di approcciare l'argomento soprattutto oggi nel 2010. Non importa se si tratta del primo numero, dalle mie parti si dice "il buongiorno si vede dal mattino", oltretutto semmai è proprio sul primo numero in cui si dovrebbe dare il massimo per creare dei "proseliti". Le mere recensioni e le cronistorie delle macchine più vendute o più amate sono roba vecchia. Mi rendo perfettamente conto che si tratta dello sforzo di una sola persona e questo è senza dubbio da elogiare ma il retrogaming potrebbe essere trattato veramente in modo differente se si usasse un po' di inventiva, ti faccio un esempio per farti capire meglio di cosa sto parlando: ti è mai capitato di leggere qualcosa sull'evoluzione degli sprite? Sul perchè della forma di certi bonus, e il perchè li ritroviamo di frequente in giochi del tutto differenti? Ti è mai capitato di leggere materiale riguardante le differenze tra "SCORE" e "COMPLETAMENTO in %"? Ecco cosa intendo per innovazione, l'appassionato vuole leggere altro, vuole essere stupito perchè molte di quelle notizie già le conosce, è inutile scrivere materiale per chi il retrogaming non sa neppure di che si tratta.
Fuoco e vento provengono dal cielo, dagli dei del cielo, ma e Crom il tuo dio! Crom che vive nella terra!

Uzumaki.Naruto

  • Utente
  • **
  • Post: 201
  • Gioco Preferito: Last ninja 1
E' Nata Re.bit
« Risposta #17 il: 22 Aprile 2010, 19:57:48 »
Citazione da: "Wizkid"
Guarda Naruto che non si tratta di gusti personali, la mia è una semplice disamina basata sull'esperienza maturata sul campo. Ho scritto di retrogaming  per anni sia su alcuni siti che su una rivista cartacea e ti posso garantire che quello non è assolutamente il modo di approcciare l'argomento soprattutto oggi nel 2010. Non importa se si tratta del primo numero, dalle mie parti si dice "il buongiorno si vede dal mattino", oltretutto semmai è proprio sul primo numero in cui si dovrebbe dare il massimo per creare dei "proseliti". Le mere recensioni e le cronistorie delle macchine più vendute o più amate sono roba vecchia. Mi rendo perfettamente conto che si tratta dello sforzo di una sola persona e questo è senza dubbio da elogiare ma il retrogaming potrebbe essere trattato veramente in modo differente se si usasse un po' di inventiva, ti faccio un esempio per farti capire meglio di cosa sto parlando: ti è mai capitato di leggere qualcosa sull'evoluzione degli sprite? Sul perchè della forma di certi bonus, e il perchè li ritroviamo di frequente in giochi del tutto differenti? Ti è mai capitato di leggere materiale riguardante le differenze tra "SCORE" e "COMPLETAMENTO in %"? Ecco cosa intendo per innovazione, l'appassionato vuole leggere altro, vuole essere stupito perchè molte di quelle notizie già le conosce, è inutile scrivere materiale per chi il retrogaming non sa neppure di che si tratta.
La risposta di ROberto credo che per buona parte vada bene anche per te.
Il terget dei lettori è piu' semplice e Re.BIT è nata proprio per diffondere nella maniera piu leggera e divertente il culto del retrogaming e di incamminare gli appassionati alle prime armi un passo per volta.
La rivista non ha pretese professionali di altissimo livello tecnico ma ha lo scopo di diventare un punto di riferimento tra storia e passato.
Ci sono molte idee sviluppate da pubblicare e da sviluppare e quello che si trova sul numero zero è solo l'inizio e un po' di presentazione.
Ho postato il link della rivista anche allo scopo di "reclutare esperti nel settore"...vuoi essere tu uno dei fortunati visto che di esperienza e professionalità ne hai?
Re.BIT non è una fortezza chiusa è aperta a tutti coloro che si sentono di dare il suo per rendere la rivista qualcosa di memorabile.
Questo vale anche come appello.
Una delle rubriche a cui si vuol lavorare è "le magie del C64" ovvero una sorta di appuntamento dedicato alle tecniche di programmazione piu singolari e dagli effetti unici come il multiplex o effetti sonori particolari usati nela realizzazione dei videogames, o ancora le caratteristiche grafiche e sonore analizzate sin nei minimi dettagli, la programmazione delle userport e tanto altro ancora. Come ha detto Roberto per chi vive di pane e commodore la rivista puo anche non rappresentare nulla o non piacere, ma per la maggioranza puo' diventare un sostegno piu' abbordabile per addentrarsi meglio nel mondo del retrogaming.
Inoltre la rivista avra anche un altro scopo che poi era l'idea di base un po assopita nella realizzazione, cioé quella di essere un riferimento di valutazione anche sotto il profilo del mercato inerente l'hardware storico.
Un gioco sarà valutato anche per un e ventuale prezzo d'aquisto e se ne varrà la pena oppure meno.
La grafica dovra' trovare ancora una stabilità di forma senza esagerare nei giochi di luci e colori.
Gli argomenti di cui hai accennato saranno trattati piu' avanti e non erano di certo adatti ad un numero di presentazione.
Vi saranno interviste (Roberto preparati!!! :D ) e corrispondenze esterne che si dedicheranno alle varie manifestazioni in tema, saranno contattati esperti di programmazione per rivarcare le tecniche piu' importanti soprattutto per quanto riguarda l'assembler (iAN ci sei?), servizi dedicati ai contest di sviluppo dei videogames in cui vedono software house come la Karoshi e la Relevo impegnate ogni anno a dere il meglio di se per realizzare su macchine obsolete nuovi concetti di gioco o sfruttare nuove tecniche non ancora conosciute negli anni fiorenti.
Ci sarà persino una piccola sezione dedicata ai vecchi anime famosi degli anni'80 e soprattutto l'emulazione sara' ristretta ad una rubrica poiché le macchine trattate saranno reali e le recensioni saranno testate su esse viso la fortuna di poterne disporre e questa è una caratteristicha del retrogamer piu esigente che bandisce in assoluto gli emulatori.
Come vedi Re.BIT ha una lunga strada da percorrere ed in primo vagito indica solo che ha voglia di esistere e farsi sentire.

....poi sei sempre libero di non leggerlo....chi ti obbliga!? :D


@Roberto grazie per i consigli preziosi, sto annotando tutto! :)
<---:=[ [Uzumaki Naruto ]=:--->
http://www.msx.org
http://tigameshelf.net
http://www.retrogaminghistory.com
"...Dal fanatismo alla barbarie c'è solo un passo..." Denis Diderot

AndreaP

  • Administrator
  • Utente
  • *****
  • Post: 274
    • http://quattrobit.substack.com
E' Nata Re.bit
« Risposta #18 il: 22 Aprile 2010, 21:58:02 »
Citazione da: "Roberto"
a) 50 mega sono decisamente troppi

 
Quoto.

Wizkid

  • Data Entry
  • Utente
  • ***
  • Post: 259
  • Gioco Preferito: Druid, Wizball, Last Ninja, Draconus
E' Nata Re.bit
« Risposta #19 il: 22 Aprile 2010, 22:30:22 »
 Essendo un appassionato non mancherò di leggere anche il prossimo numero e tutti quelli che verranno in futuro, se non altro per vedere se Re.bit tratterà veramente l'argomento come merita. Ribadisco che è l'innovazione che mi interessa e che questo primo numero non mi ha impressionato affatto su quel fronte, spero di ricredermi!
Fuoco e vento provengono dal cielo, dagli dei del cielo, ma e Crom il tuo dio! Crom che vive nella terra!

Andy/AEG

  • Utente
  • **
  • Post: 127
    • AEG soft
  • Gioco Preferito: Elite
E' Nata Re.bit
« Risposta #20 il: 23 Aprile 2010, 12:08:49 »
 
Citazione da: "Uzumaki.Naruto"
Citazione da: "Andy/AEG"

A me ad esempio non è piaciuta. Ma prima di commentare o criticare ho bisogno di un' informazione fondamentale, ovvero il presunto target dei lettori.

Ergo inquadramento generale, età, caratteristiche.

Target lettori????????
La rivista parla di retrogaming in generale e non di automobili o di arredamenti....boh!


Non vedo perchè una rivista di retrogaming non possa essere paragonata a una di auto, di arredamento o di pesca, come tipologia approccio.

Ok, ti dico cosa non mi piace, tieni conto che ti parla una persona di quarant'anni, che ha vissuto molto intensamente sia buona parte dell'epopea 8bit che di quella attinente le sale giochi negli anni 80 e primi '90, e che ha la presunzione di essere piuttosto ferrato sulla parte commdore.
Cultura del caso fatta sui vari ZZap!, HC, Videogiochi, CCC, Commodore Gazette, Bit, Personal Software oltre che sulle macchine arcade stesse e via dicendo dove spendevo letteralmente capitali.

Queste sono le critiche su cui puoi evidentemente lavorare, l'hai detto tu stesso, e non riguardano l'impostazione della rivista:

- la grafica è pesantissima, ci si "perde" fra le pagine. non so come altro spiegarlo, ma c'è troppo uso di sfondi associati a scritte dai colori cromaticamente improbabili, il tutto condito da faccine, loghi, ecc.. Anche dal punto di vista tecnico: con Acrobat Reader sul P4 HT fa molta fatica a scorrere. Ok non sarà un pc all'ultimo grido, però rallentamenti del genere solo per vedere una pagina che si costruisce con mille elementi di cui te ne interessano solo 3 o 4 (recensione, giudizi, snapshot) sono sconfortanti. A casa ho un P3, non ho provato nemmeno a scaricarlo..

- Ci sono diversi errori ortografici


fine :-)


Questo invece è ciò che non piace a me dell'mpostazione della rivista:

- L'idea di associare un personaggio dalle fattezze manga a ogni macchina, con le sue peculiarità mi pare molto adolescenziale (eroine che lottano fra di loro, suvvia..) . Cioè, se il target è formato da ragazzini tra i 13 e i 18 anni va bene, altrimenti mi pare ridicolo.

- Le recensioni stile "zzap mongolo" (è come l'ho sempre chiamato io, non prenderlo come insulto).. ovvero inventarsi un'assurda storia di sana pianta, zeppa di ndr, ndt, ecc.. che si battibeccano fra di loro, lunga una o due pagine e non affrontare per niente o quasi il lato tecnico e storico del gioco, relegato a una faccina manga che dice "sì ok animazioni fluide, giocateci". Vedi R-Type o International Karate. Andiamo già meglio con Operation Wolf.

- La pagella IDENTICA a zzap.

Insomma, un revamp dello Zzap ultima maniera (che a me piaceva molto poco..)


Fosse diretta a me cosa chiederei?

- Evitare le pagelline, ma al limite dai un solo giudizio globale. Il resto si deve evincere dalla recensione. Se il sonoro è ottimo, non importa che abbia un 95%, lo capisco leggendo.

- La descrizione del gioco in se. Deve essere lineare, attinente al gioco, riportando sì impressioni personali ma senza creare una storia assurda dove chi scrive diventa l'improbabile interprete del personaggio principale. Su QuattroBit trovi pochi ma ottimi esempi. Un'altra tipologia che a me piace tanto sono quelle che il buon ABS postava sul newsgroup degli emulatori, alcune erano autentica poesia, ma immagino che su un pubblico vasto non abbiano grosso riscontro, perlomeno per chi non conosce approfonditamente il gioco di cui sta parlando. Purtroppo non ne ritrovo una con google..

- Approfondire alla luce dei giorni nostri. Altrimenti mi prendo un Crash, uno ZZap e mi leggo la stessa recensione.
qualche suggerimento.. chi è il grafico, il coder, il musicista e  quali altri lavori ha fatto e cosa sono diventati ai giorni d'oggi (se rilevante)?
Aneddoti sul gioco o sul team di sviluppo?
Che concept o novità tecniche  sono state inseriti nel gioco? Sono stati riutilizzati in qualche altra produzione?
In che contesto storico si inserisce?
I giudizi delle riviste dell'epoca  sono stati confermati dalle vendite, dal pubblico, dai voti che ad oggi si trovano sui siti internet o hanno preso cantonate?
Come sono stati superati i limiti della macchina per certe particolarità?
Sono usciti sequel? mod? remakes per pc?
Ad oggi, quale versione magari bugfixed mi conviene scaricare? E un bel confronto fra stesse piattaforme (come su R-Type, poteva essere fatto un confronto parallelo per la produzione 8 bit, sia computer che console, e non limitarsi a due versioni virtualmente identiche).

-Less quantity, more quality. Mi rendo conto che quanto scritto sopra richiede uno sforzo di documentazione molto maggiore che non lo scrivere una semplice recensione. E allora dare meno spazio, come diceva qualcun altro, al confronto fra macchine, alle caratteristiche tecniche che trovi ormai ovunque. A me le riviste multipiattaforma dove ogni articolo è completamente scollegato dagli altri non sono mai piaciute perchè cercando di accontentare tutti spesso non accontentano nessuno. Meglio dedicare allora di volta in volta un numero a un determinato gioco o una determinata fascia (che so, 8 bit, 16 bit, consoles..). Per dire, la lunga disamina su GNG che è avvenuta qui.. è uno spunto interessante, potrebbe da sola riempirti mezza rivista con ulteriori approfondimenti.

Ma mi rendo conto che non è questo il vostro scopo, come tu stesso hai detto vuole essere una specie di zzap! esteso a tutte le piattaforme, e allora ti dico che, impostazione grafica a parte, sei sulla buona strada nel raggiungimento del tuo obiettivo.
Che purtroppo per me non collima con ciò che vorrei io adesso con la mia formazione e alla mia età.


A.

 

Wizkid

  • Data Entry
  • Utente
  • ***
  • Post: 259
  • Gioco Preferito: Druid, Wizball, Last Ninja, Draconus
E' Nata Re.bit
« Risposta #21 il: 23 Aprile 2010, 12:48:01 »
 Leggendo ciò che hai scritto Andy/AEG mi rendo conto che come te avrei dovuto esprimere meglio il perchè del mio assoluto disappunto, per fortuna ci hai pensato tu per cui non posso che quotare in pieno quanto hai esposto. In effetti l'innovazione che manca del tutto in Re.bit è figlia di un approccio eccessivamente poco maturo. Ma ripeto, le critiche vanno prese come un mezzo per migliorare, per rendersi conto di dove si sta sbagliando o semplicemente per confermare che in realtà ciò che si voleva ottenere lo si è ottenuti.
Fuoco e vento provengono dal cielo, dagli dei del cielo, ma e Crom il tuo dio! Crom che vive nella terra!

AndreaP

  • Administrator
  • Utente
  • *****
  • Post: 274
    • http://quattrobit.substack.com
E' Nata Re.bit
« Risposta #22 il: 23 Aprile 2010, 16:09:58 »
Citazione da: "Andy/AEG"
Un'altra tipologia che a me piace tanto sono quelle che il buon ABS postava sul newsgroup degli emulatori, alcune erano autentica poesia, ma immagino che su un pubblico vasto non abbiano grosso riscontro, perlomeno per chi non conosce approfonditamente il gioco di cui sta parlando. Purtroppo non ne ritrovo una con google..
 
Credo siano tutte reperibili sfrucugliando questo tag di ars ludica, ma attendo conferme ufficializzzz.

Uzumaki.Naruto

  • Utente
  • **
  • Post: 201
  • Gioco Preferito: Last ninja 1
E' Nata Re.bit
« Risposta #23 il: 23 Aprile 2010, 18:37:29 »
 
Citazione
tieni conto che ti parla una persona di quarant'anni, che ha vissuto molto intensamente sia buona parte dell'epopea 8bit che di quella attinente le sale giochi negli anni 80 e primi '90, e che ha la presunzione di essere piuttosto ferrato sulla parte commdore.

E chi ti risponde è uno che non ha la presunzione degli anni anche se ne ho solo due in meno a te ed ha vissuto dai suoi teneri 6 anni ogni tipo di sistema informatico e di intrattenimento dagli anni '80 ad oggi e letto tutte le riviste da te citate ed anche altre...non ferrato esplicitamente su commodore ma espanso i suoi orizzonti anche ad altri sistemi prendendo il fascino di ognuno di essi capacitando ben oltre la grande  :c64:  il suo bagaglio culturale in materia.  ;)

Come un archivio prendero parte delle critiche mentre le altre le leggero' soltanto.
Re.BIT ha uno stile suo che dai miei soli due anni in meno ad Andy, ha accolto molte approvazioni tra le vecchie e nuove generazioni.
Come in tutte le produzioni editoriali o giornalistiche che sia, puo' piacere o meno....d'altronde c'è che sceglie "il Corriere dello Sport" e chi "la Gazzetta dello Sport"

Chi vuol leggere legga altrimenti grazie lo stesso! :D

Ps: ho gia fatto appello a coloro che si sentono preparati addirittura professionalmente in materia per concedere alla rivista il loro  contributo ma a parte critiche tecnico-professionali nessuno ancora ha fatto un passo avanti.

Come lo "Zio Sam" Re.BIT dice "I WANT YOU".
<---:=[ [Uzumaki Naruto ]=:--->
http://www.msx.org
http://tigameshelf.net
http://www.retrogaminghistory.com
"...Dal fanatismo alla barbarie c'è solo un passo..." Denis Diderot

Uzumaki.Naruto

  • Utente
  • **
  • Post: 201
  • Gioco Preferito: Last ninja 1
E' Nata Re.bit
« Risposta #24 il: 23 Aprile 2010, 19:05:57 »
 Una cosa importante ho precisato precendentemente ma a quanto pare è saltata la lettura.
Re.BIT non mescolerà mai recensioni in particolare del giochi con gli emulatori.
Fraquento comunità di retrogamers da anni e una cosa che ho compreso che il vero retragamer bandisce l'emulazione in maniera agguerrita, confinandola solo a scopo di studio o nei limiti di utilizzo come test per dumping.
La redazione di Re.BIT puo contare su molte macchine reali e su esse si basera' e su cui verranno scritte le recensioni.
Ci sarà una sezione dedicata agli emulatori a parte ma non verranno mai questi ultimi inseriti nelle recensioni.
Come la rivista Retrogamer non troverete mai le diciture del tipo "emulaotre usato...." ecc. ecc.
Questo perché la rivista che ha ancora molto da sviluppare e in cui prendere forma avra anche un carattere di valutazione di mercato dell'hardware trattato ed in circolazione.
Le recensioni successive saranno piu0 complete riguardo ad autori, tecniche ed altre informazioni da collezionista maniacale; anche se credo che il retrogamer vero cioé QUELLO CHE GIOCA non pensa molto ai dettagli minuziosi di chi ha realizzato quel gioco in particolare se si tratta di console.
PArlare di autori, programmatori, musicisti ed altro ancora, sono dettagli del tipico mondo commodoriano, ma che in altri sistemi come spectrum, amstrad, msx e altri non hanno avuto molta rilevanza, per non parlare poi delle console in cui dietro ad un gioco ci sono stati staff interi di cui non sappiamo nulla a parte il nome e credo che per la maggiorparte sia irrilevante al gioco stesso. Descrivere se un gioco usa le stesse tecniche di un altro è ancora tendenza al mondo commodoriano. Quindi è da chiarire anche che Re.BIT NON SARA' L'ENNESIMA RIVISTA A PREVALENZA COMMODORE ma solo un punto di riferimento al materiale ancora oggi in circolazione e di cui se ne puo' reperire una parte.
Nasce apposta con lo spirito Zzappiano proprio per dare onore alla rivista che ha segnato di piu' la memoria storica dei videogiocatori dell'epoca.
L'uso dei personaggi manga è nato per dare un'apparente consistenza alla redazione stessa che in realta contava solo su uno/due unità.
L'idea è piaciuta a molti e per il momento non è intenzione di Re.BIT eliminare questo particolare.
Uno staff esteso come quello di retrogaminghistory composto anche da persone di 40 anni, ha approvato queste scelte ed ha deciso di pubblicare la rivista.
Quindi i giudizi e critiche costruttive o meno sono da prendersi sempre con le pinze e sul lato soggettivo.
 
<---:=[ [Uzumaki Naruto ]=:--->
http://www.msx.org
http://tigameshelf.net
http://www.retrogaminghistory.com
"...Dal fanatismo alla barbarie c'è solo un passo..." Denis Diderot

Andy/AEG

  • Utente
  • **
  • Post: 127
    • AEG soft
  • Gioco Preferito: Elite
E' Nata Re.bit
« Risposta #25 il: 23 Aprile 2010, 20:07:34 »
 La mia impressione è che prendi le critiche troppo sul personale.

Ad esempio:

Citazione
E chi ti risponde è uno che non ha la presunzione degli anni anche se ne ho solo due in meno a te

40 anni (magari ne avessi 20, altro che presunzione) e il resto delle informazioni era per farti identificare la tipologia di persona (lettore) che sono, non per screditarti o far passare per dogmi papali ciò che voglio dire. Per questo ti parlavo di target nel primo post.
A me personalmente, come ti ho detto, leggere pagine dove c'è Shurakuu la guerriera commodore contrapposta a Helanaa la santa protettrice Sinclair in perenne lotta con la prima  (abbi pazienza, sto inventando i nomi..) a quest'età mi fa sorridere e basta.  Così come lo stesso ZZap che nelle ultime sue edizioni perdeva l'aspetto serio nelle recensioni facendogli assumere un che di avventura inventata di sana pianta senza addentrarsi realmente nel contesto del gioco, con l'aggiunta del recensore scemo (non ricordo come si chiamava.. tont?) proprio nel periodo in cui io stavo maturando e mi aspettavo altri contenuti.. non so se riesco a spiegarmi. Ritrovare delle recensioni così dopo altri 20 anni... ecco..


Sono semplicemente mie opinioni eh, non faccio ne' l'editore ne' il redattore.
D'altra parte tu hai postato qui il link della rivista con l'intento di ricevere un feedback, hai ricevuto sia lodi che critiche. Comunque ripeto, ho capito benissimo l'obiettivo della rivista. E lo stai conquistando. Poi il fatto che non collimi con ciò che vorrei leggere io devi prenderlo solo ed esclusivamente  come l'opinione di un singolo lettore, che puoi ignorare o considerare.

A.

 

Wizkid

  • Data Entry
  • Utente
  • ***
  • Post: 259
  • Gioco Preferito: Druid, Wizball, Last Ninja, Draconus
E' Nata Re.bit
« Risposta #26 il: 24 Aprile 2010, 01:12:03 »
 
Citazione da: "Uzumaki.Naruto"
Fraquento comunità di retrogamers da anni e una cosa che ho compreso che il vero retragamer bandisce l'emulazione in maniera agguerrita, confinandola solo a scopo di studio o nei limiti di utilizzo come test per dumping.
Ma in quale dimensione scusa? Io certe volte odio essere polemico, ma tu mi costringi uscendotene con delle affermazioni davvero puerili per non dire infantili. IL VERO RETROGAMER? Spero tu stia scherzando! Il vero retrogamer non esiste, è una figura mitica che ti sei inventato, parliamo solo di retrogamer il quale gioca e adora vecchi videogiochi e vetuste macchine su cui farli girare e spesso non disdegna l'uso di emulatori per far rivivere tali meraviglie. Veramente pensi che esistano retrogamers di serie A e di serie B? Tra l'altro il retrogamer gioca anche il materiale freeware o shareware che esce a tutt'oggi nel 2010 per pc e che possiede tutti i connotati dei vecchi videogiochi ampliandone i concept o sondando nuove strade all'epoca poco battute. Non considerare affatto questo aspetto denota scarsa conocenza dei fenomeni odierni legati al mondo retroludico.

Citazione da: "Uzumaki.Naruto"
Le recensioni successive saranno piu0 complete riguardo ad autori, tecniche ed altre informazioni da collezionista maniacale; anche se credo che il retrogamer vero cioé QUELLO CHE GIOCA non pensa molto ai dettagli minuziosi di chi ha realizzato quel gioco in particolare se si tratta di console.
PArlare di autori, programmatori, musicisti ed altro ancora, sono dettagli del tipico mondo commodoriano, ma che in altri sistemi come spectrum, amstrad, msx e altri non hanno avuto molta rilevanza, per non parlare poi delle console in cui dietro ad un gioco ci sono stati staff interi di cui non sappiamo nulla a parte il nome e credo che per la maggiorparte sia irrilevante al gioco stesso. Descrivere se un gioco usa le stesse tecniche di un altro è ancora tendenza al mondo commodoriano. Quindi è da chiarire anche che Re.BIT NON SARA' L'ENNESIMA RIVISTA A PREVALENZA COMMODORE ma solo un punto di riferimento al materiale ancora oggi in circolazione e di cui se ne puo' reperire una parte.
Anche qua prendi una toppa MACROSCOPICA caro mio! Ma quale mondo Commodore! Chi non si interessa di tutti gli aspetti che hai elencato è solo un truzzo o un bambino di 10 anni e manco sono sicuro del bambino di 10 anni!
I programmatori? Chi ama Megadrive, Master System, NES e Super Nintendo ad esempio conosce perfettamente il nome di tutti i programmatori, e parlo di quelli giapponesi, anche perchè non è assolutamente vero che dietro c'era tutto sto staff di cui vai parlando, la storia è sempre la stessa, un gioco per Megadrive ad esempio, anche il più complesso, richiedeva i soliti 3/4/5/6 programmatori/grafici/musicisti al massimo, un po' come per l'Amiga, ne più ne meno. Hironobu Sakaguchi, Nobuo Uematsu, Yasunori Mitsuda, Taro Kudou, Hideo Ueda, tutta questa gente, e ne ho citati davvero pochi, sono grandissimi programmatori, grafici e musicisti dell'epoca d'oro dei sedici bit e io come tanti altri li conosciamo perchè ci interessa anche l'aspetto tecnico del nostro hobby. Sapere che tecnica di scrolling utilizza Aleste rispetto ad Axelay o se in Castlevania IV veniva adoperato e in che modalità il mode7 mi interessa eccome! Ti garantisco che la rete pullula letteralmente di appassionati stracompetenti e se tu non ne conosci nessuno non puoi affermare che in assoluto questi aspetti non interessano nessuno.

Citazione da: "Uzumaki.Naruto"
Nasce apposta con lo spirito Zzappiano proprio per dare onore alla rivista che ha segnato di piu' la memoria storica dei videogiocatori dell'epoca.
L'uso dei personaggi manga è nato per dare un'apparente consistenza alla redazione stessa che in realta contava solo su uno/due unità.
L'idea è piaciuta a molti e per il momento non è intenzione di Re.BIT eliminare questo particolare.
Uno staff esteso come quello di retrogaminghistory composto anche da persone di 40 anni, ha approvato queste scelte ed ha deciso di pubblicare la rivista.
Quindi i giudizi e critiche costruttive o meno sono da prendersi sempre con le pinze e sul lato soggettivo.
Zzap! Non è tutto questo! Il vero Zzap! non è quella vaccata che usciva durante in primi anni 90 in Italia, il vero Zzap! è quello inglese o al massimo quello italiano dello StudioVIT, inoltre non è che quelli di RetrogamingHistory brillino per per competenza o innovazionecompetenza o innovazione!
Mi dispiace ma abbiamo idee diverse su come andrebbe trattato l'argomento in modo competente, maturo ed esaustivo ma sopratutto e ribadisco INNOVATIVO.
Fuoco e vento provengono dal cielo, dagli dei del cielo, ma e Crom il tuo dio! Crom che vive nella terra!

Uzumaki.Naruto

  • Utente
  • **
  • Post: 201
  • Gioco Preferito: Last ninja 1
E' Nata Re.bit
« Risposta #27 il: 25 Aprile 2010, 12:47:54 »
 
Citazione
Ma in quale dimensione scusa? Io certe volte odio essere polemico, ma tu mi costringi uscendotene con delle affermazioni davvero puerili per non dire infantili. IL VERO RETROGAMER? Spero tu stia scherzando! Il vero retrogamer non esiste, è una figura mitica che ti sei inventato, parliamo solo di retrogamer il quale gioca e adora vecchi videogiochi e vetuste macchine su cui farli girare e spesso non disdegna l'uso di emulatori per far rivivere tali meraviglie. Veramente pensi che esistano retrogamers di serie A e di serie B? Tra l'altro il retrogamer gioca anche il materiale freeware o shareware che esce a tutt'oggi nel 2010 per pc e che possiede tutti i connotati dei vecchi videogiochi ampliandone i concept o sondando nuove strade all'epoca poco battute. Non considerare affatto questo aspetto denota scarsa conocenza dei fenomeni odierni legati al mondo retroludico.

E allora non conosci il vero retrogaming. A questo punto alle fiere e alle varie manifestazioni tanto vale portarsi un pc con tutti gli emulatori tanto è uguale. Allora i retro contest non avrebbero senso tanto ci sono i remake per windows. Il lavoro stesso di Roberto di preservare ogni cimelio o documento originale non avrebbe senso...tanto è tutto su internet ed emulato.  Si curo che non sei tu a scrivere da unl'altra dimensione?

Citazione
Anche qua prendi una toppa MACROSCOPICA caro mio! Ma quale mondo Commodore! Chi non si interessa di tutti gli aspetti che hai elencato è solo un truzzo o un bambino di 10 anni e manco sono sicuro del bambino di 10 anni!
I programmatori? Chi ama Megadrive, Master System, NES e Super Nintendo ad esempio conosce perfettamente il nome di tutti i programmatori, e parlo di quelli giapponesi, anche perchè non è assolutamente vero che dietro c'era tutto sto staff di cui vai parlando, la storia è sempre la stessa, un gioco per Megadrive ad esempio, anche il più complesso, richiedeva i soliti 3/4/5/6 programmatori/grafici/musicisti al massimo, un po' come per l'Amiga, ne più ne meno. Hironobu Sakaguchi, Nobuo Uematsu, Yasunori Mitsuda, Taro Kudou, Hideo Ueda, tutta questa gente, e ne ho citati davvero pochi, sono grandissimi programmatori, grafici e musicisti dell'epoca d'oro dei sedici bit e io come tanti altri li conosciamo perchè ci interessa anche l'aspetto tecnico del nostro hobby. Sapere che tecnica di scrolling utilizza Aleste rispetto ad Axelay o se in Castlevania IV veniva adoperato e in che modalità il mode7 mi interessa eccome! Ti garantisco che la rete pullula letteralmente di appassionati stracompetenti e se tu non ne conosci nessuno non puoi affermare che in assoluto questi aspetti non interessano nessuno.

Visto che conosci tantissimi programmatori (di cui ti sei preparato i nomi cercandoli su internet furbacchione...e poi dai del bimbo di 10 anni agli altri) conosci Bob Pape, Mark A. Jones, Robert L. Hylands, Nick Cooke, Mevlut Dinc, Jonathan P. Dean, E.M. Dean per caso? Potrei continuare. Certo puoi cercare su internet ma lo scopo finale? Ha un valore nel mercao del retrogaming? O conta il gioco stesso e la sua qualità?
Forse nel mondo Commodore ci ricordiamo di Chris Butler, Martin Walker e qualcunaltro perché erano argomenti di discussioni gia tra le pagine Zzappiane (le stesse che a te non piacevano a quanto pare), ma trovami in Italia chi andava dietro alla biografia dei programmatori dello spectrum e di altri sistemi concorrenti, TU? Fammi il piacere...

Citazione
Zzap! Non è tutto questo! Il vero Zzap! non è quella vaccata che usciva durante in primi anni 90 in Italia, il vero Zzap! è quello inglese o al massimo quello italiano dello StudioVIT, inoltre non è che quelli di RetrogamingHistory brillino per per competenza o innovazionecompetenza o innovazione!
Mi dispiace ma abbiamo idee diverse su come andrebbe trattato l'argomento in modo competente, maturo ed esaustivo ma sopratutto e ribadisco INNOVATIVO.

Chi ama segua....altrimenti taccia!

Puoi dire quello che vuoi ....ma parlano le visite al giorno....oltre 2000!
Qualcosa di buono avra'!
Come si dice? Ah si! Chi disprezza vuol comprare!

We e meno male che ero io il provocatore eh! hahahahahahahah!!! :mavieni:
<---:=[ [Uzumaki Naruto ]=:--->
http://www.msx.org
http://tigameshelf.net
http://www.retrogaminghistory.com
"...Dal fanatismo alla barbarie c'è solo un passo..." Denis Diderot

eregil

  • Administrator
  • Utente
  • *****
  • Post: 706
  • Gioco Preferito: Impossible Mission
E' Nata Re.bit
« Risposta #28 il: 25 Aprile 2010, 13:47:49 »
 
Citazione da: "Uzumaki.Naruto"
Il lavoro stesso di Roberto di preservare ogni cimelio o documento originale non avrebbe senso...tanto è tutto su internet ed emulato.

Calma lì: il lavoro di Roberto è dovuto principalmente al fatto che non c'è tutto su Internet ed emulato. Siamo tuttora (e forse saremo sempre) in una fase di raccolta di informazioni, di ricerca di pezzi mancanti, rarità, personaggi svaniti nel nulla e via discorrendo.

Citazione da: "Uzumaki.Naruto"
Inoltre ogni critica espressa diventa costruttiva e non puo' far altro che migliorare le prossime pubblicazioni.

Citazione da: "Uzumaki.Naruto"
Chi ama segua....altrimenti taccia!

...
 
Non rispondo a richieste private, di qualunque genere esse siano.
Per domande tecniche leggete le FAQ e usate l'apposito forum.
Per questioni amministrative contattate lo staff tramite il form Contatti sul sito.

Wizkid

  • Data Entry
  • Utente
  • ***
  • Post: 259
  • Gioco Preferito: Druid, Wizball, Last Ninja, Draconus
E' Nata Re.bit
« Risposta #29 il: 25 Aprile 2010, 20:01:15 »
 
Citazione da: "Uzumaki.Naruto"
E allora non conosci il vero retrogaming. A questo punto alle fiere e alle varie manifestazioni tanto vale portarsi un pc con tutti gli emulatori tanto è uguale. Allora i retro contest non avrebbero senso tanto ci sono i remake per windows. Il lavoro stesso di Roberto di preservare ogni cimelio o documento originale non avrebbe senso...tanto è tutto su internet ed emulato.  Si curo che non sei tu a scrivere da unl'altra dimensione?
Ancora co sto "VERO RETROGAMING"? Ma le rileggi le cose che scrivi o tiri giù 4 parole a caso e le posti per vedere che succede? Ma che centrano i retrocontest le fiere e tutto il resto? Mi chiedo se navighi in internet o in un intranet del tuo paese dove la gente è rimasta a 20 anni fa e magari gira col calesse. Hai citato ciò che ho scritto e non sei nemmeno stato capace di rispondermi adeguatamente, la tua risposta mi sembra tanto una di quelle cose del tipo: ho vinto io specchio riflesso......gna gna gna gna! Ora capisco l'uso delle guerriere manga in Re.bit, i conti tornano perfettamente. la prossima volta che vuoi controbattere ad un post di qualsiasi utente sia, fallo con criterio e leggi ciò che ha scritto e soprattutto ciò che tu stesso scrivi.



Citazione da: "Uzumaki.Naruto"
Visto che conosci tantissimi programmatori (di cui ti sei preparato i nomi cercandoli su internet furbacchione...e poi dai del bimbo di 10 anni agli altri) conosci Bob Pape, Mark A. Jones, Robert L. Hylands, Nick Cooke, Mevlut Dinc, Jonathan P. Dean, E.M. Dean per caso? Potrei continuare. Certo puoi cercare su internet ma lo scopo finale? Ha un valore nel mercao del retrogaming? O conta il gioco stesso e la sua qualità?
Forse nel mondo Commodore ci ricordiamo di Chris Butler, Martin Walker e qualcunaltro perché erano argomenti di discussioni gia tra le pagine Zzappiane (le stesse che a te non piacevano a quanto pare), ma trovami in Italia chi andava dietro alla biografia dei programmatori dello spectrum e di altri sistemi concorrenti, TU? Fammi il piacere...
Quà spunta fuori tutta la tua ignoranza in fatto di videogiochi, la gente che tu dici io ho preso da internet la conosco da quando bazzico le console, ovvero da sempre, non esisteva solo Zzap!, di riviste serie per fortuna ce ne sono state anche in seguito. E anche in questo caso la tua risposta denota che non hai nemmeno letto ciò che ho scritto nonostante tu l'abbia citato.
Se vuoi occuparti di retrogaming comincia col documentarti su tutto il panorama e non solo su quel poco che conosci e soprattutto vatti a vedere cosa si fa oggi non solo a livello di preservazione e infine impara a leggere i post altrui quando rispondi.


ff
Fuoco e vento provengono dal cielo, dagli dei del cielo, ma e Crom il tuo dio! Crom che vive nella terra!