Autore Topic: 2703, Program (special Program, Special Playgames)  (Letto 6260 volte)

CobraComm

  • Neo-iscritto
  • *
  • Post: 43
  • Gioco Preferito: Ghosts'N'Goblins,Commando,Ye Ar Kung Fu,MMC 64
2703, Program (special Program, Special Playgames)
« Risposta #30 il: 14 Gennaio 2008, 20:55:55 »
 Siamo in un paese democratico? E lasciate che dica la mia!

Non vi è alcun dubbio che la diffusione di copie pirata e quelle apparentemente "legali" nelle edicole o spacciate per tali ha contribuito ad elevare in maniera esponenziale le vendite del bene amato Commodore 64.
In primis i giochi di edicola non erano soltanto un'alternativa alla non facile reperibilità di titoli originali ma anche una via forzata dato che un titolo originale difficilmente veniva venduto al di sotto delle ventimila lire.
E per gli utenti ignari di un mercato privato pirata di software alimentato da conoscenze e annunci sui giornali quello delle cassette d'edicola rappresentava l'unico modo per ottenere software.
Non dimentichiamo l'affaccendato copia e vendi realizzato da Soft Pier, 2073 Group, FantaSoft e Niwa ecc. ha gettato il seme per quella che sarebbe diventata la "scena" intro-demo in Italia.
Quanti di voi ricordano la famosa intro della Niwa con in coniglietto che facevala pipi' sulla lattina di Fanta che richiamava alla mente il rivale FantaSoft di Pistoia.
Quegli indimenticabili anni '80 furono un divertente incentivo ad imitare quelle presentazioni dei giochi che un po ci facevano sembrare protagonisti di qualcosa!
Sono passati 20/25 anni ma la questione degli "originali" è sempre la stessa,finchè non ci sara' un prezzo di vendita giusto la pirateria esisterà sempre (vedi i senegalesi ad ogni angolo di strada smerciando giochi per PS2 o XBox)
 

utente cancellato

  • Visitatore
2703, Program (special Program, Special Playgames)
« Risposta #31 il: 14 Gennaio 2008, 23:54:42 »
 
Citazione da: Roberto,Jan 14 2008, 12:52 PM
Citazione da: utente cancellato,Jan 14 2008, 04:35 AM

Ciao, benvenuto.
Sono d'accordo su tutto, l'unico appunto che mi sento di fare è che il settore delle cassette era tutto fuorchè di nicchia. In quel campo ci fu una vera e propria esplosione di vendite con fatturati milionari, nettamente superiore a quelli realizzati oggi da quegli editori che vendono le riviste con i CD/DVD allegati (che anzi mi risultano essere nettamente in crisi).

 
Beh, se dovessi fare una media dei miei conoscenti che negli anni 80-90 possedevano un c64 direi il 30%, se dovessi fare invece la media delle persone che oggi conosco e che possiedono la playstation direi 70%
E' vero che le cassette in edicola erano largamente diffuse, ma oggi abbiamo la pirateria per strada che negli anni 80 era inesistente...i cd in edicola oggi non vendono granchè perchè  costa meno acquistare la copia pirata dal senegalese o in negozio...e non parliamo del fenomeno file-sharing, poi! Se si ha un abbonamento flat e un ottimo programma file-sharing praticamente scarichi tutto quello che vuoi!
Insomma, oggi gli utenti che videogiocano sono certamente di più solo che è cambiato il modo di fruire giochi pirata, dalle edicole si è passati a d altri contesti...

saluti


Giulio