Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Realm of Impossibility
Editore Electronic Arts Musica Dave Warhol
Copyright Bram Inc. Titlescreen -
Serie - Genere Arcade, Miscellanea
Anno 1984 Recensione -
Sviluppatore - Download -
Codice Henry S. Bolley, Mike Edwards Extras -
Grafica Henry S. Bolley, Mike Edwards Link Esterni lemon64 gamebase64
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
8.2 (5 voti )
Commenti
Commenta gioco Ci sono 2 commenti per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
8
Un misto di azione e strategia di proverbiale esito. Il dinamismo, la giocabilità “a ettolitri” e il concept geniale lo rendono un capolavoro. Si può scegliere da quali mondi cominciare e proseguire, persino l'opzione a due. Stupisce il design di ‘reami’ incredibilmente vari cromaticamente e congegnati ottimamente stanza per stanza: una serie di labirinti gremiti di pericoli in cui è possibile raggiungere lo scopo attraverso la pratica e la messa a punto delle giuste tecniche.
Profilo di riviero sul Forum - postato da riviero (414) - 24-03-2009 [15:47]
8
La EA degli anni '80 era sinonimo di classe fino all'ultimo pixel e questo velocissimo arcade isometrico non fa eccezione.Il nostro omino stilizzato attraversa sotterranei ricolmi di mostri e di tranelli e ha diverse magie difensive a sua disposizione nonche' una scorta illimitata di croci che puo' usare per bloccare il passo dei suoi nemici. Ciliegina sulla torta un livello,Ethereal Planes,che omaggia l'arte di Escher.
Profilo di AggRoger sul Forum - postato da AggRoger (404) - 06-02-2009 [13:09]
Commodore 64
Pannello Utente
16 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ready64 Store
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Crazy Cars III
"Dò un 7 pieno a questo titolo della Titus, uno degli ultimi per il mercato del piccolo C=. E' vero che l'esperienza di guida non è un granché, tuttavia la grafica, la musica e gli scenari in-game sono ben realizzati. Parecchie le varianti di ..."
leggi »
- 0scur0
Ult. Commento Art.
RetroCampus