Menu Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Powerglove (16Kb)
Editore RGCD Musica Pierre Martin (Cyborgjeff)
Copyright - Titlescreen -
Serie RGCD C64 16KB Cartridge Game Development Competition, 2013 Genere Multi-Schermo, Platform
Anno 2013 Recensione -
Sviluppatore - Download -
Codice Matthias Bock (Lazycow) Extras -
Grafica Matthias Bock (Lazycow) Link Esterni gamebase64
Loggati o Registrati
per votare.
Il tuo voto:
N/A
Voto Totale:
7 (2 voti )
Commenti
Commenta gioco Ci sono 2 commenti per questo gioco! Registrati se vuoi lasciarne uno.
N/D
Un action-platform ben realizzato tecnicamente e piacevole da giocare, benchè un pò minimale e ripetitivo in diverse sezioni (in aiuto c’è un radar progressi). Ci si trova catapultati in una base labirinto da cui si cerca la fuga sbloccando sezioni, raccogliendo oggetti utili, neutralizzando mostriciattoli di varia genia e dal diffuso ebetismo, col vizio di respawnare. Non arduo come appare alle prime battute, perchè il gameplay è davvero calibrato e il coinvolgimento immediato, probabile che vogliate portarlo a termine. Si dispone di colpi illimitati e, appresi i pattern nemici, si risponde con facilità o si schivano coi salti. Rimando all’intervento prima del mio per la presentazione del gioco.
Profilo di riviero sul Forum - postato da riviero (406) - 03-08-2016 [17:30]
7
RGCD Compo 2013 ci regala la terza posizione di questo Powerglove edito da Matthias"Lazycow" Bock.Al tempo della sua uscita e sul primo impatto, tutti gridarono al miracolo poiché "finalmente" anche un Megaman era arrivato sul piccolo C64 ma, in realtà cosi non fu, poiché, il titolo di Lazycow prende le dovute distanze dal robottino made in Capcom, per via di un gameplay più ragionato e meno devoto all'action puro. Ci si muove in ambienti molto più cupi e molto più claustrofobici, purtroppo anche abbastanza ripetitivi. Per fortuna tutto il comparto dei character design si salva, proponendo nemici ottimamente rappresentati e un personaggio principale mosso da un'animazione di tutto rispetto. I fondali, come detto anche per gli ambienti, sono monotoni e divisi in due tipologie di colori, blu notte e una specie di rosa psichedelico. Lo scrolling, viceversa, fa il suo dovere andando liscio come l'olio e non soffrendo mai di un qualsivoglia rallentamento. Il titolo non si presenta inizialmente facile da domare, essendo anche a tratti frustrante, ma una volta capito bene in che modo vuole essere affrontato, il divertimento e la voglia di proseguire saranno ben iniettati nel videogiocatore di turno. Il gioco si trova in free download nella versione presentata alla Compo RGCD dove è arrivato al terzo posto, oppure acquistabile da RGCD stessa in una versione extended su cartuccia con tanto di ottimo e solido packing. Secondo me vale il prezzo del biglietto!
Profilo di Amy-Mor sul Forum - postato da Amy-Mor (10) - 08-10-2015 [17:52]
Commodore 64
Pannello Utente
22 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Burnin' Rubber
"Giocare a Burnin Rubber costituiva per me un'esperienza di difficile catalogazione. Andavo avanti ad oltranza convinto (non so in base a quale pregiudizio) che prima o poi qualcosa sarebbe cambiato. Ero quasi mesmerizzato, tenevo duro ..."
leggi »
- Roberto
Ult. Commento Art.
Il LOGO per Commodore 64
""Realizzata congiuntamente dalla Commodore Italiana e dalle Edizioni Elettroniche VIFI della Mondadori, con la supervisione di Giovanni Lariccia, ricercatore del CNR, la versione italiana di Logo per il C 64 viene distribuita su disco con una ..."
- Scritto da Roberto
RetroCampus