!!! CAMBIO DI DOMINIO !!!

Fate girare la voce! Ready64.Org è il nuovo indirizzo ufficiale del vostro sito per Commodore 64 preferito!
Il vecchio URL resterà attivo fino a Marzo del 2018.

VideoGiochi del Commodore 64

TurricanTurricanAttualmente sono presenti 5.420 titoli nel nostro database, di cui 639 italiani, per un totale di 26.710 schermate. I giochi italiani vengono appositamente contrassegnati allo scopo di tracciare la produzione videoludica per Commodore 64 realizzata nel nostro paese.
La pagina di ogni gioco offre la possibilità di leggere e rilasciare commenti e voti. Quando disponibili sono anche presenti Recensioni, Mappe, Soluzioni e Manuali (versione e-text e/o scansioni). Per i videogiochi italiani è disponibile anche il download dell'immagine del disco/cassetta.

Menù Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
COMMENTI PER PAGINA: 5 | 10 | 25 | 50 | 100
Dal 25 Novembre 2003 ad oggi, 686 utenti hanno inserito 5477 commenti.
Roberto , 05/02/2018 ore 13:06
Didimo, complimenti per le insolite doti di archivista. Ho controllato un paio di locazioni ed i testi sono identici! TMM con le sue atmosfere kafkiane è stato pubblicato sulla rivista COM 64 nel Marzo 1986 mentre Videogiochi 28 è uscito nel Luglio del 1985. E' probabile allora che Benigni abbia tratto ispirazione per convertire il "libro game" in videogioco per poi inviarlo alla redazione di Elettronica 2000 per la pubblicazione. Per quanti non ne fossero a conoscenza, infatti, l'editore lanciò un appello per l'invio di software originale da pubblicare. I programmi reputati idonei sarebbero stati pagati 200 mila lire. Il risultato di iniziativa fu, oltre al Municipio, anche La Foresta di Blackwood e poco altro software di qualità inferiore.
Didimo , 05/02/2018 ore 08:53
In realtà si tratta della trasposizione per computer di un giochino apparso su Videogiochi n.28 della Jackson. Il numero della "porta" corrisponde al numero della pagina. Sulla rivista l'autore è un tale Marco Donadoni. Quando ho visto la schermata e letto il testo me lo sono ricordato subito :D
Roberto , 04/02/2018 ore 19:07
A distanza di 11 anni finalmente ho scoperto editore, anno e altre informazioni. Scheda aggiornata. Caso chiuso?
Amy-Mor , 31/01/2018 ore 06:25
Videogioco sicuramente meritevole di lode per grafica e giocabilità, nonché per la sua indimenticabile INTRO. Inizialmente potrebbe sembrare ostico ma nulla di più falso poiché, una volta presa la mano, il gioco scivola via in modo leggiadro tra piccoli enigmi e sparatorie. L'unica nota di demerito che gli muovo è la pura ingiocabilità delle fasi di guida; ora non ricordo se come diceva Zzap! Quest'ultima fosse anche meglio di giochi di corsa dedicati, fatto sta che le ho sempre trovate poco divertenti le fasi di guida di Vendetta, poiché tenere l'auto al centro strada era un'impresa veramente titanica. In tutta onestà ricordo che anche il primo OutRun fosse molto più divertente. Comunque sia, come action adventure funziona ed è ben fatto, con sette livelli da vivere tutto d'un fiato che, aimè, finiscono troppo presto... Da riscoprire!
rainstorm , 29/01/2018 ore 16:46
Bisognerebbe trovare un dump da disco originale: a volte i crack venivano fatti dalla versione nastro, e potrebbe essere il caso della versione che hai provato. Se dai una lettura ai docs acclusi alla versione GameBase viene spiegato tutto nel dettaglio (pare che tutte le versioni disco originali avessero dei bug)...
Amy-Mor , 27/01/2018 ore 13:27
rainstorm: Ho giocato FHOBIA nella versione d.64 prelevata dall'archivio Manosoft, presumo sia la versione diretta di quella floppy. In questa versione la direzione dei pianeti non è pre-definita, si può scegliere se affrontare tutta la mappa o, diversamente, dirigersi verso il finale affrontando almeno i 9-livelli utili al completamento del gioco. Personalmente mi sono fiondato sui 9livelli arrivando al finale con un quadro che non era l'inferno, bensi' uno scenario totalmente al buio dove per vedere da che parte dirigersi bisogna centrare delle lampadine che permettono una luce momentanea parziale, UN VERO ORRORE FRUSTRANTE DA AFFRONTARE!
rainstorm , 22/01/2018 ore 12:25
Rispondo al commento di Amy-Mor: ricordo di aver fatto (successivamente al mio commento precedente) lunghe ricerche sulla differenza tra versione disco e versione nastro, e alla fine la differenza effettivamente c'era (purtroppo non ricordo dove l'ho letto, e ora non ho tempo di cercare). Personalmente, ai tempi ho giocato ad una versione sicuramente "pirata", di cui ignoro la provenienza, essendomi stata fornita su un nastro già duplicato. In quella versione, se ci si dirigeva al Sole prima di aver liberato tutti i pianeti, si rimaneva semplicemente "bloccati" dopo aver superato il livello. I livelli, infatti, venivano caricati in sequenza, e quello finale era appunto l'ultimo della sequenza. Il gioco era strutturato in modo che ci si potesse muovere soltanto lungo un unico segmento, per cui se si volevano vedere tutti i livelli bisognava dirigersi verso i singoli pianeti in un ordine predeterminato. Il mostro finale era un diavolo; se quello che hai affrontato era diverso è probabile che tu avessi la versione nastro, e che dopo aver superato il livello sia appunto rimasto bloccato (potrei sbagliarmi, ma dopo la sequenza finale il gioco finiva (LINK)).
Amy-Mor , 21/01/2018 ore 15:37
Troppe volte sulla bocca degli appassionati C64, parlando di shoot'em-up orizzontali, si sentono i soliti nomi Katakis e Armalyte, mentre titoli altrettanto meritevoli come questo PHOBIA, non sono giustamente ricordati. Basta guardare lo stesso numero di commenti presenti nei due titoli sopracitati e quanti ne possiede PHOBIA... Resta il fatto che ci si trova dinanzi uno dei più controversi e meglio riusciti esponenti del genere sparatutto, tecnicamente eccellente e giocabile fino all'osso. Difficile ma non ingiusto, riesce a catturare l'attenzione del videogiocatore attraverso un crescendo di situazione e potenza distruttiva che donano non poca soddisfazione. Tra confusione e leggende metropolitane delle diverse versioni floppy e tape, personalmente l'ho finito senza capire bene se si dovesse o no esplorare tutta la mappa, fatto sta che non facendolo, l'ultimo quadro, l'inferno, risulta diverso da come l'ho visto in un longplay su Youtube. Phobia va vissuto e snocciolato colpo su colpo, ennesima perla del nostro amato 8bit! - Peccato per il finale -
Urpi , 30/12/2017 ore 23:04
Noto anche come "Centrale Elettrica" nella solita versione da edicola tradotta in italiano... Quanti pomeriggi a giocarci
AggRoger , 27/12/2017 ore 18:31
Non c'è miglior modo di collaudare un caccia figlio della tecnologia più avanzata che usarlo per difendere la propria colonia spaziale dagli invasori alieni! Una volta scelto il livello di difficoltà e lo scenario (che varia dal semplice tiro a segno all'invasione su più fronti), il giocatore può finalmente decollare dalla base, pronto ad affrontare tank, caccia nemici e navi madri aliene. E' anche possibile richiamare una schermata (a patto che la base non sia stata distrutta!) che mostra la posizione delle unità nemiche ed i loro movimenti per decidere al volo la strategia da attuare: sacrificare quell'edificio civile per dedicarsi ai nemici più vicini alla tua base oppure rischiare grosso per ottenere più punti? Per non parlare dell'utilissimo pilota automatico che porta lo Skyfox immediatamente nelle vicinanze dei nemici. Skyfox è molto immediato e divertente, facile da padroneggiare dopo un paio di partite; purtroppo risulta un pò monotono a lungo andare anche tenendo conto del numero di missioni a disposizione. Per i giocatori dal grilletto facile.
Commodore 64
Pannello Utente
Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Municipality Mysterious, The (Il Municipio Misterioso)
"Didimo, complimenti per le insolite doti di archivista. Ho controllato un paio di locazioni ed i testi sono identici! TMM con le sue atmosfere kafkiane è stato pubblicato sulla rivista COM 64 nel Marzo 1986 mentre Videogiochi 28 è uscito nel Luglio del 1985. E' probabile allora che Benigni abbia tratto ispirazione per convertire il "libro game" in videogioco per poi inviarlo alla redazione di Elettronica 2000 per la pubblicazione. Per quanti non ne fossero a conoscenza, infatti, l'editore lanciò un appello per l'invio di software originale da pubblicare. I programmi reputati idonei sarebbero stati pagati 200 mila lire. Il risultato di iniziativa fu, oltre al Municipio, anche La Foresta di Blackwood e poco altro software di qualità inferiore. "
- Scritto da Roberto
Ult. Commento Art.
Alieni, piccioni e palline da golf (parte 1)
"Ho letto con interesse. Solo una perplessita': si parla di numeri in "virgola mobile" memorizzati su 4 byte e relative operazioni in "virgola mobile". Da quanto mi sembra di capire pero' i 2 byte superiori tengono sempre la parte intera e i 2 ..."
- Scritto da SevenLegion
Ospitato su