VideoGiochi del Commodore 64

International Soccer CupAttualmente sono presenti 5.459 titoli nel nostro database, di cui 672 italiani, per un totale di 26.710 schermate. I giochi italiani vengono appositamente contrassegnati allo scopo di tracciare la produzione videoludica per Commodore 64 realizzata nel nostro paese.

I giochi italiani sono contrassegnati dall'icona:

La pagina di ogni gioco offre la possibilità di leggere e rilasciare commenti e voti. Quando disponibili sono anche presenti: Mappe, Soluzioni e Manuali (versione e-text e/o scansioni).
Per i videogiochi italiani è disponibile anche il download dell'immagine del disco/cassetta.

Menù Alfabetico
#
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
COMMENTI PER PAGINA: 5 | 10 | 25 | 50 | 100
Dal 25 Novembre 2003 ad oggi, 692 utenti hanno commentato 1675 giochi per un totale di 5538 commenti.
marus , 26/04/2018 ore 16:18
Ho sempre avuto un debole per i giochi con gli "omìni" dell'Activision, da H.E.R.O. a Ghostbusters, ma questo alla fine è quello che mi ha catturato più a lungo. Two on Two, semplicemente si chiamava così sul mio floppy, è il gioco di basket con più spessore sul C64 sebbene non sia conosciuto ai più. I suoi punti di forza sono l'elevata giocabilità, l'innovazione (azioni attacco/difesa, giornali con i risultati) e la possibilità di giocare intere stagioni. Personalmente lo trovo godibilissimo anche oggi, un evergreen che ha influenzato il genere e che merita molta più considerazione di quanto ne abbia avuta. Davvero un gran gioco.
marus , 26/04/2018 ore 16:11
Come International Soccer e più di International Soccer. Meno iconico dell'equivalente calcistico ma con una giocabilità migliore e calibrata, al punto che se volessi caricarne uno tra i due per farmi una partita, e non per pura nostalgia, la scelta probabimente cadrebbe su questo.
marus , 26/04/2018 ore 15:38
Ricordo ancora l'attesa generale che c'era per l'uscita questo gioco, purtroppo il risultato fu un gioco tra i meno convincenti mai prodotti dall'Activision. Grafica carina, ma il gameplay monotono era la nota dolente. Ciò nonostante ricordo di averlo finito un Tour, spaccando un Joystick, e in fondo non mi sento di bocciarlo del tutto visto che la fatica per arrivare al traguardo è seconda solo a quella che fanno i ciclisti veri. Non si può dire che gli manchi realismo da questo punto di vista...
marus , 26/04/2018 ore 14:56
A scapito della grafica poco dettagliata, questo gioco era assai accattivante (a differenza di una porcheria come Five a Side della stessa casa) e vantava alcune trovate memorabili come il verso quando si segnava e le risse tra i giocatori. Divertentissimo giocare di sponda, purtroppo è solo x 2 players.
marus , 26/04/2018 ore 12:01
L'Activision è stata una delle case di sviluppo software più influenti e, giustamente, acclamate anche sul C64: a lei si devono tanti bellissimi titoli dotati, come di consueto, di grande originalità. HERO ne è uno degli esempi più fulgidi e caratteristici: originalissimo, giocabilissimo, divertentissimo e con una difficoltà ottimamente calibrata. Un piccolo gioiello senza tempo, soprattutto se si considera che era stato scritto per Atari un paio d'anni prima.
marus , 26/04/2018 ore 11:50
Il tie-in più riuscito e fedele nella storia del C64, almeno per me che adoravo il film. Cercando di essere obbiettivi sul gioco, direi che era molto buono, ricordo di averci fatto parecchie partite prima di trovarlo ripetitivo e di arrendermi definitivamente al Marshmallow man. Strepitosa la presentazione, merita un caricamento anche solo per quella. In definitiva, una grande prova del celebre David Crane, l'ottima recensione su questo sito rende superflua ogni altra considerazione sul gioco. Anzi, facendo tesoro dei suggerimenti presi dai commenti precedenti, posso pure sperare di poterlo finire (finalmente) quando avrò il tempo di rigiocarci!.
marus , 26/04/2018 ore 11:34
Ho vaghi ricordi ma piacevoli di questo gioco, mi piaceva in particolare personalizzare la macchina, soprattutto la verniciatura! .... che poi per il resto era tutto un girovagare senza molto senso, un gioco estremamente rilassante direi.
marus , 26/04/2018 ore 11:14
In quel periodo eravamo in molti ad esserci infatuati di Commando nelle sale giochi, sul C64 questo titolo mi arrivò prima della conversione ufficiale. Who dares wins (trovavo il titolo abbastanza stupido) era abbastanza diverso dal coin-op ma comunque molto coinvolgente, meno frenetico e per questo più "strategico" dell'originale e della successiva conversione da parte dell'Elite, che invece era più fedele. Col senno di poi i due giochi possono quindi tranquillamente coesistere nella libreria di un Commodorista, anzi, sono in molti a preferire questo. Personalmente li metto sullo stesso livello: meglio i controlli su WDW, perché era fastidioso lanciare le bombe con la barra spaziatrice in Commando, e meglio la musica su quest'ultimo.
marus , 26/04/2018 ore 10:54
La prima valida alternativa ad International Soccer che io ricordi. Era lento e paradossalmente più "cerebrale", ma comunque giocabile per quei tempi. Ha introdotto il concetto di potenziometro nei tiri e poi.... adoravo i colpi di tacco.
Giovanni Casati , 25/04/2018 ore 18:32
atto finale è un po' deludente soprattutto dopo aver giocato i primi 3 adventure di dust hanter. A mio parere il migliore è la trappola. Atto finale è tutto giocato praticamente in una stanza ed è un po' cervellotico sulle azioni richieste per andare avanti (la storia di prendi il cuscino in camera da letto onestamente l'ho sbirciata dalla soluzione: non ci sarei mai arrivato). Anche la fine del gioco è un po' frettolosa. In sostanza devo dare ragione ai critici del gioco pur comprendendo le esigenze dell'epoca di dover editare nuove avventure a scadenze ravvicinate. Le scadenze dovevano valere anche per le avventure precedenti, la trappola tuttavia è nettamente superiore a atto finale.
Commodore 64
Pannello Utente
14 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
GBA Championship Basketball
"Ho sempre avuto un debole per i giochi con gli "omìni" dell'Activision, da H.E.R.O. a Ghostbusters, ma questo alla fine è quello che mi ha catturato più a lungo. Two on Two, semplicemente si chiamava così sul mio floppy, è il gioco di basket con più spessore sul C64 sebbene non sia conosciuto ai più. I suoi punti di forza sono l'elevata giocabilità, l'innovazione (azioni attacco/difesa, giornali con i risultati) e la possibilità di giocare intere stagioni. Personalmente lo trovo godibilissimo anche oggi, un evergreen che ha influenzato il genere e che merita molta più considerazione di quanto ne abbia avuta. Davvero un gran gioco."
- Scritto da marus
Ult. Commento Art.
Alieni, piccioni e palline da golf (parte 2)
"Geniale il metodo per realizzare un vero video con la grafica a caratteri. Ma nessuno aveva pensato a fare qualcosa di simile all'epoca del Commodore? Forse a quei tempi anche per le software house professionali era difficile avere un computer più ..."
- Scritto da Kirie e Leison
RetroCampus