EDNA - The Professionals Assembler
Articolo di Roberto, pubblicato il 08-07-2018.
Categoria: Articoli Esterni.

Articolo tratto da Commodore Gazette 2, 1987.

EDNA - The Professionals Assembler (Cover)

EDNA è un assemblatore per Commodore 64/128 che mette a disposizione del programmatore medio un valido sistema di sviluppo per il proprio software. Questo prodotto della Viza Software è uno tra i migliori della sua categoria ed offre possibilità finora riscontrabili solo su sistemi di dimensioni maggiori; a cominciare, ad esempio, dall’editor, che permette la creazione di un codice sorgente quasi con la stessa facilità di un word processor. Tutti i comandi sono facilmente accessibili mediante la pressione di due tasti che, in generale, risultano di facile memorizzazione.

L’assemblaggio procede ad una velocità notevole e incorpora numerose funzioni di utilità inseribili e disinseribili a piacere dell’operatore. È possibile scegliere se assemblare solo in memoria, solo su disco, se visualizzare la tabella dei simboli o se creare il noto listing dell’assemblaggio, che contiene informazioni riguardanti gli eventuali errori commessi e i codici esadecimali che si creano durante la compilazione. Tutte queste ultime possibilità possono, ovviamente, essere utilizzate anche in combinazione tra loro.

L’editor è stato realizzato con grande cura e fornisce comandi come la copia, la ricerca, lo spostamento, la sostituzione e la cancellazione di parole, di frasi o di blocchi. È dall’editor che si selezionano i dispositivi di I/O da utilizzare, si caricano, si salvano, si cancellano file e si accede ai comandi DOS. Sempre dall’editor si può concatenare tutto o parte del file in esame con altri file presenti su disco. Le direttive di assemblaggio sono veramente numerose e versatili. I numeri possono essere espressi in notazione decimale, esadecimale e binaria; una semplice funzione consente la conversione immediata da una base all’altra.

L’area di editazione visualizza sulla parte alta dello schermo una barra di controllo che quantifica la memoria in uso ed è suddivisa nei consueti campi label, istruzione, operandi e commento. Le direttive consentono naturalmente di immettere dati in memoria sia sotto forma numerica che sotto forma di caratteri. Molte direttive sono curiose, perché mai riscontrate su altri assemblatori, come ad esempio l’assemblaggio condizionale, che consente di scegliere quale codice assemblare al ve rificarsi di una certa condizione.

Questa possibilità può tornare utile per rendere semplice il passaggio su altri elaboratori, che si effettua semplicemente cambiando la condizione specificata; è poi il programma che sceglie automaticamente la parte di codice che si adegua al sistema in uso. A questo proposito il manuale per l’utente fa riferimento alla serie Commodore 8000, ma non si sofferma sul modo in cui sia possibile ottenere un file leggibile da tale sistema.

Molto utili sono le direttive «.LIB,» e «.FIL,», che consentono di linkare librerie di simboli autocreate o di utilizzare quella presente sul disco fornito nel pacchetto, che contiene tutti gli indirizzi di entrata alle routine Kernal del 64 e altri indirizzi di varia utilità, come ad esempio i registri del colore e la locazione di inizio schermo. Per lavorare a contatto diretto con la macchina è presente un monitor realizzato con grande cura, dotato di una funzione di breakpoint e di esecuzione a passi di un programma.

E' possibile in qualsiasi momento tornare al Basic riservando o, a richiesta, cancellando l’eventuale file sorgente presente in memoria. Una possibilità molto interessante offerta è quella della gestione di una scheda di programmazione per le memorie EPROM ed EA-ROM. Il manuale, sebbene piuttosto conciso, è molto ben realizzato e scritto in un inglese abbastanza semplice. Esso descrive con chiarezza tutti i comandi disponibili e include numerosi consigli per il programmatore, descrivendo come utilizzare le routine create dal Basic e spiegando in modo abbastanza completo quali sono le aree di memoria utilizzate dalla cartridge.

Per i possessori di Commodore 128 vi è una sezione dedicata alla descrizione dei comandi che il processore 65C02 mette a disposizione e che, naturalmente, sono disponibili anche in modo 64 e vengono riconosciuti dall’assemblatore. Il disco fornito nella confezione comprende, oltre alla libreria Kernal 64, alcuni programmi di impostazione, orientati soprattuto alla gestione delle periferiche, e un programma di conversione che consente di utilizzare sorgenti create con Mikro Assembler. Una nota di merito quindi alla Viza, che con questo nuovo prodotto mantiene alto il prestigio giustamente conquistato con le sue precedenti creazioni

(C-64 / 128 in modo 64 , cartuccia + disco , Lit. 59.900).

Lago s. n.c.
Via Buonarroti , 9
20149 Milano (02/463659)

| | Share
Commenti
Commenta gioco Ci sono 0 commenti per questo articolo. Registrati se vuoi lasciarne uno.
Commodore 64
Pannello Utente
31 Visitatori, 0 Utenti

Ciao, ospite!
(Login | Registrati)
Ready64 Store
Ultimo Commento
Clicca per leggere tutti i commenti
Bulldog
"Bel brano musicale introduttivo del grande Ben Daglish, per questo sparatutto a scorrimento verticale, dalle tinte quasi monocromatiche, semplice ma divertente."
leggi »
- Xandra
Ult. Commento Art.
RetroCampus